Perché “negare la storia”?

Quali ragioni portano studiosi e sedicenti ricercatori a negare la storia? Chi porta avanti una battaglia ideologica volta a revisionare i fatti storici?“Negare la storia: l’Olocausto non è mai avvenuto: chi lo dice e perché” di Michael Shermer e Alex Grobman indaga un mondo politico e culturale ai margini della società, quello dei negazioni dell’Olocausto.

 

Ancora oggi, a settant’anni di distanza, è difficile parlare di Shoa, di un genocidio premeditato, delle conseguenze sull’umanità e su come noi l’abbiamo recepito.

La condanna della crudeltà si accompagna al riconoscimento dei presupposti ideologici che vengono legittimamente rifiutati e criticati.

La tragedia del popolo ebraico è diventato un monito per impedire che nel futuro si possa ripetere episodi di tale disumanità.

Eppure ancora oggi, così come a ridosso della Seconda Guerra Mondiale, c’è chi nega l’Olocausto e immagina complotti inverosimili.

Piani segreti preparati per minare le fondamenta di poteri e regimi che invece, a detta dei negazionisti, erano benevoli e costruttivi.

I postumi della sconfitta produssero questo atteggiamento?

È un’ipotesi, i motivi in realtà sono diversi e spesso sono legati a contesti storico – sociali molto differenti. È un mondo culturale e politico, quello negazionista, in genrale vicino all’eredità nazionalsocialista e all’antisemitismo più violento.

Michael Shermer e Alex Grobman ci conducono alla scoperta di questi movimenti, spesso molto piccoli e celati ai maggiori canali di informazione. Per lo più oggi si muovono sul Web, diffondendo i loro messaggi e le loro teorie tramite blog e piccole riviste. È tuttavia un mercato bibliografico in crescita, spesso favorito dai media per puro sensazionalismo, non considerando le gravi ripercussioni.

I loro metodi di ricerca sono grossolani e si fondano su supposizioni e falsi indizi, spesso non tenendo conto dei normali strumenti di ricerca storiografica. I loro documenti sono pregni di ideologia, lontani dalla realtà storica che si pretende da ricerche di settore, e ci presentano fatti mistificati.

“Negare la storia” ci fornisce gli strumenti necessari per conoscere e affrontare questo mondo così complesso: i maggiori interpreti, come ragionano, le ragioni del negare….. È un manuale di difesa contro i falsi miti delle ideologie moderne; un testo che ci rammenta l’importanza del ricordare. 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.