La storia di Babbo Natale: un’antica tradizione e un successo di marketing.

babbo natale una figura storica della nostra cultura

L’identikit di un protagonista assoluto della nostra cultura contemporanea.

 

CHI E’? Probabilmente è il personaggio mediatico – culturale più conosciuto al mondo: tutti lo hanno desiderato e lo hanno aspettato trepidanti con il suo sacco pieno di doni. Babbo Natale è la figura paterna e amabile che da bambini abbiamo atteso ansiosi, spesso svegli tutta la notte per poterlo vedere, per cogliere almeno un piccolo particolare.

IL NOME. Il suo vero nome è San Nicola (Santa Claus è la traduzione nell’olandese arcaico), patrono tra l’altro della città di Bari. La leggenda vuole che il vescovo, futuro Santo, resuscitò alcuni bambini rapiti e uccisi da un oste. Le sue gesta divennero celebri in tutta Europa, specialmente nei Paesi nordici, dove si contano numerosi santuari dedicati al suo culto.

L’ORIGINE DEL MITO. Nel nord Europa, così come nel capoluogo pugliese, fu assunto a protettore dei marinai e di tutti coloro che si avventuravano nelle acque marittime. Ad esso ci si affidava per scongiurare tempeste e incidenti lungo il percorso e la sua aura benigna li proteggeva anche da quelle forze oscure che tradizionalmente ostacolavano il viandante. Ecco perché il culto di San Nicola si identificò man mano nelle antiche leggende germaniche di strani pellegrini, i quali durante i solstizi d’inverno vagavano scacciando i demoni e il male dalle case e da intere città con la loro semplice presenza. Per lo più si trattava di anziani barbuti o anche alle volte di elfi, gnomi o altre creature della tradizione tedesca.

Da questo incontro tra la cultura mediterranea e germanica sarebbe dunque nato Babbo Natale.

L’AFFERMAZIONE DEL MITO. In realtà le fattezze che noi gli attribuiamo non sono quelle tradizionalmente accettate o descritte. Nel medioevo era impersonato da un vecchio drugo, ma tuttavia con poteri e un aspetto del tutto differenti. Solo a partire dal XVII Santa Claus iniziò ad essere raffigurato secondo la fisionomia consueta, identificandosi in un altro personaggio, della tradizione inglese questa volta, simbolo di pace e di fratellanza. Un’immagine ricorrente ad esempio nelle pubblicità di Natale dell’epoca.

Nel frattempo non solo il mondo della pubblicità, ma anche la letteratura iniziava a scoprire questa figura pregna di bontà e a farne un caso letterario.

IL MITO AFFERMATO. Dal 1900 in poi Babbo Natale entra a far parte delle nostre vite. Dal mondo della letteratura e della tradizione fece il suo ingresso nell’universo del marketing contemporaneo e consumistico. La Coca – Cola lo vestirà di rosso per sponsorizzare il sui prodotto e il mercato farà il resto nel consacrarlo a simbolo stesso del consumismo natalizio. 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.