“Gomorra La Serie”, la parodia dei The Jackal è esilarante: il video fa numeri record su Youtube

the jackal gomorra parodia

Il genio napoletano, famoso in tutto il mondo, viene sublimato alla perfezione dai ragazzi della casa di produzione napoletana The Jackal. La video parodia su “Gomorra La Serie” spopola su Youtube, come racconta Fanpage, e viene legittimato prima da Ciro e Genny, protagonisti della serie, e poi da Roberto Saviano, cui la stessa serie si ispira. Le immagini? Esilaranti: ecco l’irresistibile video.

 

Saranno ospiti al Giffoni 2014 per raccontare come nasce e si espande un fenomeno virale come quello che rappresentano. Per la verità, non sono i gusti personali ma i numeri a parlare, i The Jackal a dispetto dell’idea che si possa e si debba sempre ambire a crescere, sono senza dubbio una realtà consolidata in Italia, che non ha bisogno di presentazioni. Ciò che merita attenzione nel particolare è invece quello che hanno provocato sul web nelle ultime ore, un vero e proprio smottamento si direbbe, con la parodia di Gomorra, la serie televisiva trasformatasi nel caso della stagione appena conclusasi, divenuta nel giro di poche settimane, oltre che l’esemplificazione del meglio che la serialità televisiva italiana potesse esprimere, anche un enorme bacino di riferimento per vocaboli, frasi ed espressioni specifiche entrate a far parte del linguaggio comune (specialmente a Napoli, è ovvio) con una rapidità e una forza d’urto impressionanti.

I NUMERI IMPRESSIONANTI DELLA PARODIA DI “GOMORRA”

E i The Jackal, per l’ennesima volta, hanno messo in pratica con un’invidiabile capacità di sintesi, il tipico prodotto che, una volta visto, metterebbe ogni operatore concorrente del settore nelle condizioni di chiedersi come abbia fatto a non pensarci prima. Ciro Priello mostra gli effetti che Gomorra La Serie può scaturire su un normale cittadino che ordina semplicemente una pizza, trasformandosi in un mix tra Genny Savastano e Salvatore Conte (due tra i personaggi della serie). Lo scambio di battute con il ragazzo delle consegne a domicilio diventa lo scontro tra un flusso di coscienza a senso unico e il raziocinio di una persona non ancora “lobotomizzata” dalla fiction ideata da Roberto Saviano. E’ una scena breve ed esilarante che merita di essere vista, più che raccontata, a quei pochi che non l’hanno ancora guardata.

IL LINGUAGGIO DI GOMORRA DERISO, NORMALIZZATO

Appunto, quei pochi, perché il video inserito nella serie di pillole “Nipples” ha realizzato numeri da capogiro in meno di 24 ore. Il quantitativo di like e condivisioni su Facebook si è impennato sin da subito, con un post capace di raggiungere quasi un milione e mezzo di persone e che promette di crescere in modo considerevole nei prossimi giorni. Ma c’è di più, perché questa parodia, come tutte quelle ben riuscite, quel linguaggio “malavitosamente” riconoscibile, oltre a sbeffeggiarlo lo normalizza, lo derubrica dalla seriosità cui atteneva, smontandone in un certo senso il mito. Che in fondo è quello che gli spettatori comuni della serie hanno cominciato a fare sin dalla prima messa in onda e i The Jackal non hanno fatto altro che intercettare. Se è dunque vero il teorema secondo cui argomenti e ambientazioni, per quanto lugubri, come quelle descritte nel romanzo, nel film e infine nella serie, vanno affrontati e non celati affinché dalla silente accettazione si passi alla consapevolezza matura, questo video ironico di due minuti potrebbe esserne una sintetica dimostrazione; pur senza essere nato con ambizioni che andassero oltre il semplice intrattenimento.

SAVIANO E I PROTAGONISTI CONDIVIDONO LA PARODIA SU FACEBOOK

E’ un  qualcosa che sembrano aver capito anche i protagonisti stessi della serie, che sin da ieri hanno accolto con il sorriso sulle labbra l’operazione virale condividendola sui loro profili. Ha cominciato proprio Salvatore Esposito, alias Genny Savastano, che sul suo profilo Facebook ha riportato il video. Ed ha chiuso idealmente il cerchio Roberto Saviano sulla sua pagina personale, riconoscendo ai The Jackal di essere “Una delle realtà artistiche più brillanti degli ultimi tempi”.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.