Gli ultimi libertini di Pier Vittorio Tondelli

tondelli altri libertini feltrinelli mini

Stazioni di benzina nelle deserte campagne emiliane, strani individui ai banconi dei bar, tossici, omosessuali e i “diseredati” della società…sono tasselli della trama tondelliana, quella che ci ha raccontato la generazione libertina degli anni ottanta. “Altri libertini” è la storia degli ultimi “hippies”, la vita di giovani “teppisti”, edonisti e sognatori.

 

“Altri libertini” venne pubblicato nel 1980 e fu subito un caso letterario. Fu una novità che sconvolse non poco la critica italiana. Una lingua così pregna di dialettismi, merci e volgarità era un motivo per dubitare dell’arte del giovane Tondelli. La magistratura pensò bene di censurare e vietare la vendita di un testo così rozzo e volgare. Questo libro “fecia”, come venne definito, non doveva turbare le menti dei più piccoli, specialmente nelle scuole; “Altri libertini” si stava diffondendo e numerosi presidi avevano segnalato questa “spazzatura” nei loro istituti. Tondelli svelava i retroscena di una generazione che stava uscendo da una fase “rivoluzionaria” per entrare in uno stato di torpore e di riflusso. Inevitabilmente i giovani lettori si identificarono in quei sentimenti di sfiducia verso la società e il sistema in generale. Questi sentimenti tuttavia erano bollati come segni di “disfattismo” e ancora peggio di “vandalismo e immoralità”. Tondelli venne accusato di essere un ennesimo sobillatore con quel linguaggio crudo e quei personaggi “da bettola”. Il giovane scrittore emiliano raccontava il vissuto, i suoi anni e la sua generazione; ragazzi dediti a stili di vita trasgressivi e edonisti. Difese sempre questa scelta, propenso a infondere nuova vita ad un mondo culturale chiuso in se stesso.

Con “Altri libertini” la letteratura italiana conobbe un nuovo realismo e la critica fu perciò meno ingiuriosa della legge italiana e più comprensiva. Le scene che Tondelli descrive sono legate al territorio emiliano, distese di campi, piccoli paesi e realtà giovanili al limite del legale. Sono ragazzi e ragazze alla ricerca di trasgressione e dell’emozione forte; sempre pronti a partire alla ricerca di un luogo felice; reietti e omosessuali che combattono contro un mondo che non li accetta. L’Emilia – Romagna di Tondelli è la California italiana con il suo folklore controculturale. Sono racconti generazionali che ci catapultano in questo mondo così “bordenline”, poco conosciuto e sempre tenuto fuori dalla letteratura alta e dai media. Con Tondelli gli italiani ebbero la loro “Beat Generation”, diversissima dall’omologa americana, ma pur sempre di grande impatto. La generazione dei rivoluzionari e dei primi riflussi ideologici è stata raccontata così nel suo insieme. E’ questo probabilmente il segreto che ha reso “Altri libertini” un testo di culto. 

...