Ai confini dell’umano. La sottile linea rossa tra l’Uomo e l’Androide.

ma-gli-androidi-sognano-pecore-elettriche

Cosa distingue l’uomo dall’androide? Cosa accade se la macchina entra in totale simbiosi con l’essere umano? A queste domande Philip Dick, celebre autore di fantascienza, cercò di dare risposta ne “Ma gli androidi sognano pecore elettriche?”.

 

E’ probabilmente il romanzo più conosciuto di Philip Dick. L’atmosfera cupa e apocalittica de “Ma gli androidi sognano pecore elettriche?” ci rammenta un mondo in piena trasformazione, un cambiamento che sembra distruggere la vita e proiettarci in un futuro dove la macchina sarà l’elemento vitale delle future generazioni.

La Terra post-apocalissi nucleare, macchine ribelli e cacciatori di androidi sono gli elementi che hanno reso celebre l’opera di Dick nel lontano 1968, in piena euforia politica e sociale. In un periodo storico di grande ottimismo, un romanzo così pessimista e “tenebroso” svelò i retroscena di un pregresso tecnologico che si riteneva positivo e illimitato.

Si riteneva che la tecnologia avrebbe liberato l’uomo dai vecchi limiti e gli avrebbe restituito la sue capacità di creazione “divina”.

Le macchine avrebbero cambiato radicalmente la vita umana? C’era un limite alla simbiosi uomo-macchina? Dick cerca di rispondere con la storia di un cacciatore di androidi ribelli incaricato  di eliminare i robot umanoidi che approdano sulla Terra illegalmente. Durante le sue cacce si confronta con realtà sconvolgenti e le sue certezze sono costantemente messe in dubbio. E’ lui un essere umano? Cosa lo diversifica dagli androidi? Le macchine sono costruite sempre più simili all’uomo e la linea che li divide si assottiglia sempre di più. Tutte le antiche certezze sono minate e non si intravede una possibilità di soluzione.

Philip Dick fa dei dubbi sul progresso umano dei capolavori letterari di grande spessore, amati dal pubblico dei lettori e diventati “immortali”.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.