Servizi a pagamento non richiesti sul cellulare, ecco come chiedere il rimborso

servizi a pagamento non richiesti

servizi a pagamento non richiesti

Servizi a pagamento non richiesti, dopo le sanzioni del Garante a Tim, Tre, Vodafone e Wind, Altroconsumo avvia una richiesta collettiva di rimborso. Ogni euro sottratto deve essere rimborsato. Se anche tu sei vittima di servizi a pagamento che non hai chiesto, aderisci alla richiesta di rimborso e alle eventuali successive class action, organizzate da Altroconsumo.

Dopo le sanzioni del Garante a Tim, Tre, Vodafone e Wind, Altroconsumo avvia una richiesta collettiva di rimborso.

Ogni euro sottratto deve essere rimborsato.

Se anche tu sei vittima di servizi a pagamento che non hai chiesto, aderisci alla nostra richiesta di rimborso e alle eventuali successive class action.

IL PROVVEDIMENTO DEL GARANTE

Si tratta di pratiche commerciali scorrette e aggressive quelle utilizzate dai quattro maggiori operatori di telefonia mobile italiani per vendere i cosiddetti servizi “premium” a pagamento.

A dirlo è finalmente l’Antitrust che ha sanzionato Telecom, Tre (entrambe con 1.750.000 euro ciascuna), ma anche Wind e Vodafone (con 800.000 euro ciascuna).

Il Garante ha infatti riconosciuto le ragioni di Altroconsumo e di numerosissimi consumatori che avevano denunciato all’Authority la fornitura non richiesta, e il relativo addebito da parte del proprio operatore sul credito telefonico della sim, di servizi a sovrapprezzo (servizi premium, appunto, come giochi e video) accessibili durante la navigazione in mobilità mediante banner, pop up e landing page.

PARTE IL RIMBORSO COLLETTIVO

Ogni singolo euro, quindi, ingiustamente e illecitamente addebitato sul credito telefonico delle sim dei consumatori dovrà essere rimborsato. 

A tale scopo Altroconsumo ha chiesto formalmente ai quattro operatori di telefonia mobile l’immediato rimborso di tali somme in favore degli utenti che si sono rivolti e si rivolgeranno alla nostra organizzazione.

Se ciò non dovesse accadere, siamo pronti a tutelare i diritti dei consumatori con apposite class action.

CONTATTA ALTROCONSUMO PER PARTECIPARE AL RIMBORSO COLLETTIVO – CLICCA QUI

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.