Risparmiare sulle bollette di casa si può con pochi e semplici passaggi. Ecco come

risparmiare sulle bollette con pochi e semplici passaggi si può

Le bollette di luce e gas sono un bel grattacapo per le famiglie italiane. Secondo i dati dell’Autorità per l’energia, la spesa annua della famiglia tipo per l’elettricità è passata da 338,43 euro nel 2002 a 515,31 euro nel 2012. Ossia 176,88 Euro in più a famiglia e un aumento del 52,5%.

Eppure ridurre i consumi si può. Con questo speciale Non Sprecare sui consumi domestici, vi suggeriamo una serie di pratiche semplici ed efficaci per abbattere i costi per l’energia.

COME RISPARMIARE SULL’USO DEGLI ELETTRODOMESTICI

Gli elettrodomestici di casa consumano molto e, soprattutto, sono molteplici: quasi in ogni stanza ne utilizziamo uno. Il re degli energivori è il frigorifero: in Italia i frigoriferi consumano circa il 3,5% di tutta l’elettricità nazionale, più di quella consumata per i trasporti ferroviari e urbani. Ma accanto al frigo utilizziamo ogni giorno la lavatrice, molte famiglie sono ormai dotate di una lavastoviglie, alcune usano ancora lo scaldabagno elettrico, e così via.

La prima cosa da fare sarebbe di rimpiazzare appena possibile i vecchi elettrodomestici con apparecchi nuovi di cui sia comprovata l’efficienza, cioè il basso consumo di elettricità a parità di prestazione: basta confrontare tra loro le etichette energetiche che devono essere ben esposte, scegliendo in ogni caso modelli di classe A o superiore (A+, A++, A+++). Vi consigliamo di visitare il sito Topten per scegliere gli elettrodomestici più ecologici e convenienti.

Oltre a questo primo step, ci sono una serie di accorgimenti per usare in modo intelligente gli elettrodomestici acquistati, che vi raccontiamo punto per punto in questi articoli.

COME RISPARMIARE ENERGIA IN CUCINA

Di tutte le stanze quella che più impatta in bolletta è senza dubbio la cucina: non ci sono solo sprechi di cibo, per cui vi rimandiamo allo Speciale  “Risparmiare in cucina: dalla spesa al menu”. Qui infatti cuciniamo ogni giorno, utilizziamo il frigorifero, il freezer, ma anche ilforno a microonde, quello a gas ed anche quello elettrico. Senza parlare del gas dei fornelli.

Per tutte questa attività ci sono buone e cattive abitudini: buone come ad esempio utilizzare la pentola a pressione o sgrassare le stoviglie prima di metterle in lavastoviglie, cattive come aprire inutilmente il frigorifero o tenerlo a utilizzare troppo il forno elettrico non ventilato. Troverete in queste pagine quello che è meglio fare e quello che invece è meglio evitare.

COME RISPARMIARE SUL RISCALDAMENTO 

La voce più pesante in bolletta è senza dubbio quella per il riscaldamento. Peccato che di tutta l’energia consumata per riscaldare un edificio, buona parte viene dispersa. È qui che si può innanzitutto intervenire: riducendo le dispersioni e utilizzando apparecchi ad alta efficienza, ogni famiglia può risparmiare dal 20 al 40% delle spese per riscaldamento, con notevoli vantaggi per il bilancio economico familiare, oltre che per l’ambiente (pensate che Italia il 30% della spesa energetica dipende dalle nostre case, che sono responsabili di circa il 27% delle emissioni nazionali di gas serra.)

Nello speciale che trovate qui, vi suggeriamo come rendere la vostra casa meno sprecona grazie a un migliorisolamento(a partire dalle finestre), e ai consigli per un uso intelligente delle nostre abitazioni che non produca sprechi inutili di energia.

COME RISPARMIARE SULLA BOLLETTA DELLA LUCE Ogni anno, gli italiani acquistano più di 12 milioni di lampadine per usi domestici. Lampade, lampadine, lampadari consumano energia elettrica che incide non poco sulle nostre bollette

È dunque fondamentale scegliere la fonte d’illuminazione migliore in base al consumo e all’uso che ne viene fatto in quella stanza. Noi vi consigliamo quali lampadine prediligere e come organizzare la luce al meglio nelle vostre case, per un uso razionale e oculato dell’illuminazione.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.