Prestiti per ragazzi tra i 18 e i 25 senza obbligo di restituzione: ecco tutte le clamorose novità

prestiti per ragazzi senza obbligo di restituzione

Prestiti per ragazzi senza obbligo di restituzione 

La clamorosa iniziata della Banca del Lavoro dei Ragazzi permetterà, a tutti i giovani compresi tra i 18 e i 25 anni di ottenere un piccolo prestito senza alcun obbligo di restituzione: ecco come fare per ottenerlo, secondo quanto riportato da Facile.it

Interessante iniziativa della Banca del Lavoro dei Ragazzi, una associazione di promozione sociale con sede a Roma, che offre la possibilità a tutti i ragazzi di età compresa tra i 18 e i 25 anni, italiani e stranieri purché residenti o domiciliati nella Capitale, di ottenere un piccolo prestito di 50 euro senza alcun obbligo di restituzione. L’unica condizione richiesta è che i beneficiari, nell’arco di un pomeriggio, svolgano un lavoro socialmente e turisticamente utile.

I lavori vanno svolti nell’arco di un pomeriggio, dalle 14:30 alle 18:30. Si tratta per lo più di mansioni manuali, tese a migliorare e rendere più gradevole l’aspetto della città, dal centro storico fino alle periferie: pulizia di strade, parchi pubblici, giardini, monumenti, raccolta di rifiuti e fogliame, eliminazione di erbe infestanti, rimozione di affissioni abusive e cancellazione di scritte su edifici di valore storico-artistico. La somma di 50 euro verrà elargita in contanti il giorno stesso, al termine del lavoro eseguito, al rientro alla sede della Banca del Lavoro dei Ragazzi.

Nell’orario di lavoro i ragazzi saranno accompagnati da due visori, che oltre a spiegare i compiti da svolgere, avranno anche l’incarico di controllare e sincerarsi che i ragazzi svolgano un lavoro serio, responsabile e soddisfacente. Tutti i ragazzi saranno tutelati da una polizza assicurativa gratuita e, prima dell’inizio del lavoro, saranno forniti di giubbotti protettivi fluorescenti e guanti protettivi. Prevista inoltre un’adeguata assistenza medica in caso di malaugurato infortunio durante lo svolgimento dell’incarico.

Insomma, una lodevole iniziativa da parte di questa associazione che, annualmente, dà la possibilità a tremila ragazzi non solo di beneficiare di una somma di denaro, ma anche di aprirsi verso il mondo del lavoro. Tra gli obiettivi della Banca del Lavoro dei Ragazzi c’è infatti anche quello di promuovere scambi di prestazioni finalizzati alla soddisfazione di piccole esigenze economiche e a bisogni di arricchimento culturale, civile e di allargamento delle relazioni sociali, nonché facilitare la conciliazione dei tempi liberi con quelli del lavoro socialmente utile.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.bancalavororagazzi.it oppure scrivere un’email all’indirizzo info@bancalavororagazzi.it.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.