Assegni familiari Inps 2014: tabella, calcolo, come richiederli e modulistica da presentare

assegno familiare inps 2014 mini

Assegni familiari Inps 2014: ecco le nuove tabelle con la rivalutazione degli importi, chi ne ha diritto e come richiedere l’assegno.

 

Dal prossimo 1° luglio entreranno in vigore i nuovi importi per gli assegni familiari, calcolati dall’Inps tenendo conto dell’aumento del costo della vita tra il 2013 e il 2013 e validi fino al 30 giugno 2015.

Gli Anf – comunemente detti assegni per il nucleo familiare – vengono definite “prestazioni a sostegno del reddito”, nel senso che l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale destina queste somme ai “redditi da dipendente” che risultano essere al di sotto dei limiti di legge. Per quanto tempo ancora questa forma di welfare riuscirà a sopravvivere ai tagli del Governo Renzi non è dato sapere, speriamo ancora per molto, anzi che venga ampliata anche ad altre fasce, magari con forme diverse e più inclusive.

A CHI SPETTA L’ASSEGNO FAMILIARE INPS 2014?

• Lavoratori dipendenti (anche part-time);

• Lavoratori para-subordinati (gestione separata Inps) e coloro che sui compensi ricevuti versano un’aliquota aggiuntiva per le prestazioni non pensionistiche;

• Pensionati ex dipendenti;

• Soggetti in mobilità o cassa integrazione o con indennità di disoccupazione;

• Collaboratori domestici (Colf e badanti).

COME CALCOLARE L’ASSEGNO FAMILIARE INPS 2014?

Sono due i parametri da tenere in conto per il calcolo dell’Anf:

• Reddito familiare complessivo, vale a dire la somma di tutti i redditi presenti nel nucleo familiare, relativi all’anno precedente. Devono essere considerati anche quelli non di lavoro e soggetti a imposta sostitutiva (es. redditi da locazione tassati con cedolare secca, interessi sul conto corrente ecc.) solo se superano i 1.032,91 euro;

• Numero componenti della famiglia: danno diritto all’assegno il coniuge (non separato); i figli (naturali, adottivi, affidati) di età inferiore a 18 anni (o a 21 anni se studenti in famiglie con almeno 4 figli tutti di età inferiore ai 26 anni) o senza limiti di età se disabili, purché non coniugati; i fratelli e i nipoti (collaterali o in linea retta), minori o maggiorenni inabili, se sono orfani di entrambi i genitori e non coniugati.

COME PRESENTARE LA DOMANDA PER L’ASSEGNO FAMILIARE INPS 2014?

L’Anf va richiesto:

• Al proprio datore di lavoro per i lavoratori dipendenti e i cassintegrati (QUI IL MODELLO ANF/DIP)

•All’Inps per i pensionati, i lavoratori para-subordinati, i percettori di indennità di mobilità e disoccupazione, i collaboratori domestici.

La domanda si può presentare:

direttamente sul sito dell’Inps;

tramite il Contact Center, al numero verde 803164;

tramite patronati e intermediari dell’Inps.

COME AVVIENE IL PAGAMENTO DELL’ASSEGNO FAMILIARE INPS 2014?

L’assegno viene pagato:

dal datore di lavoro, per conto dell’Inps, ai lavoratori dipendenti in attività, in occasione del pagamento della retribuzione;

direttamente dall’Inps nel caso in cui il richiedente sia addetto ai servizi domestici, operaio agricolo dipendente a tempo determinato, lavoratore di ditte cessate o fallite, lavoratore iscritto alla gestione separata ovvero abbia diritto agli assegni come beneficiario di altre prestazioni previdenziali.

Il pagamento effettuato direttamente dall’INPS è disposto tramite bonifico presso ufficio postale o, a richiesta, mediante accredito su conto corrente bancario o postale, indicando nella domanda il codice IBAN.

L’Anf non costituisce reddito ed è esente da qualsiasi ritenuta previdenziale o fiscale.

Mettiamo a disposizione di quanti ne hanno bisogno tutta la modulistica per richiedere l’assegno familiare inps 2014.

TABELLA ASSEGNO FAMILIARE INPS 2014 – SCARICA QUI

MODELLO DI DOMANDA ASSEGNO FAMILIARE INPS 2014 – SCARICA QUI

VADEMECUM ASSEGNO FAMILIARE INPS – SCARICA QUI

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.