Caduti in guerra italiani, ecco la banca dati della Difesa per trovare i tuoi cari

Caduti in guerra italiani, l'Altare della Patria a Roma

Caduti in guerra italiani, l’Altare della Patria a Roma

Caduti in guerra italiani, il Ministero della Difesa ha messo a disposizione una banca dati per permettere di trovare i propri cari: ecco come fare.

CADUTI IN GUERRA ITALIANI, CENNI STORICI

Un provvedimento di legge emanato nel 1951 (n. 204, del 09 gennaio 1951) affidava ad un Commissario Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra, alle dirette dipendenze del Ministro della Difesa, il compito di provvedere al “censimento, ricerca, sistemazione provvisoria e successiva sistemazione definitiva delle salme dei militari, militarizzati e civili deceduti in conseguenza della guerra dal 10 giugno 1940 al 15 aprile 1946”. Tale provvedimento sostituiva i precedenti emanati, rispettivamente, nel 1919, nel 1931 e nel 1935. 

Alla suddetta legge hanno fatto seguito le norme e le provvidenze per i cimiteri di guerra (legge 20 febbraio 1981, n. 31) e quella (legge 2 marzo 1985, n. 60) che ampliava le competenze del Commissario Generale. 

In particolare il Commissariato Generale provvede a: 

  • censimento delle sepolture dei Caduti italiani per causa di guerra, ricerca e definitiva sistemazione in Italia ed all’estero delle loro Spoglie in Sepolcreti;
  • diramazione di notizie sui Caduti, luoghi di sepoltura, possibilità di traslazione dei Resti mortali;
  • sistemazione, manutenzione e custodia dei Sacrari e cimiteri militari del demanio dello Stato in Italia;
  • concorso alla manutenzione ordinaria ed alla custodia di Sepolcreti esistenti in ITALIA, per i quali il Commissariato Generale abbia acquisito il “diritto d’uso”;
  • tutela delle sepolture di Caduti in guerra tumulati in cimiteri comunali;
  • sistemazione, manutenzione e custodia dei Sepolcreti di Caduti in guerra italiani all’estero;
  • ricerca, sistemazione e conservazione di cimeli appartenenti ai Caduti in guerra;
  • conservazione e tutela delle zone monumentali della 1^ guerra mondiale;
  • diffusione di notizie riguardanti i Caduti ed i Sacrari militari;
  • mantenimento rapporti con gli Enti paritetici di altri Paesi.

Il Commissario Generale si avvale di un’idonea struttura, con sede in Roma, con un’articolazione interna su 5 Uffici/Direzioni ed una articolazione territoriale attinente ai Sacrari ubicati in Italia ed all’estero.

CADUTI IN GUERRA ITALIANI, LA BANCA DATI

Per effettuare un’interrogazione alla banca dati è obbligatorio fornire almeno il cognome del Caduto che si sta cercando.

Le altre informazioni (nome, anno e luogo di nascita) permetteranno di raffinare i risultati della ricerca.

La ricerca può essere effettuata per Albo d’Oro e per Luoghi di Sepoltura dei Caduti di Guerra.

Clicca qui per consultare la Banca Dati del Ministero della Difesa.

Per maggiori informazioni ci si può rivolgere al Commissariato Generale Onoranze Caduti, scrivendo all’indirizzo e-mail onorcaduti@onorcaduti.difesa.it

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.