Video shock, in Svizzera e Austria i veri bordelli italiani: ecco come sono e chi li frequenta

 prostitute-pezzo-ok

Da Lugano a Villach, nelle sex city oltre confine ogni giorno si riversano centinaia di concittadini: ecco chi sono e cosa fanno nei bordelli oltreconfine, in un video reportage del Fatto Quotidiano.

 

Il piacere sta di casa oltre confine. Lo sanno bene lombardi, veneti e friulani, veri e propri frontalieri del sesso che, con straordinaria costanza, attraversano i valichi di mezzo arco alpino alla ricerca di una prostituta in uno dei numerosi bordelli svizzeri e austriaci.

Così, mentre in Italia il dibattito sulla regolamentazione del sex working non va oltre al generico “riapriamo le case di tolleranza”, oltre frontiera le cose vanno decisamente in maniera diversa.

Verificarlo è semplicissimo: basta mettersi in macchina e percorrere i pochi chilometri che separano le città del Nord dalle capitali del sesso a pagamento dove la prostituzione è legale e regolamentata, ma soprattutto dove questo tipo di commercio genera un volume d’affari impressionante, foraggiato per lo più dalle tasche dei clienti italiani.

Guarda il video.