Sondaggio Durex sulla soddisfazione sessuale: italians don’t do it better, il primato va a…

 durex sondaggio

C’era una volta l’Italia. C’era una volta il Belpaese. E c’erano una volta gli italiani, quelli che “italians do it better”. Una volta, forse. Oggi nemmeno più quello. Secondo il sondaggio realizzato dalla Durex gli amanti che provocano la maggiore soddisfazione sessuale sono…

 

I peggiori? Gli amanti di Hong Kong, che non riescono esprimersi al massimo sotto le lenzuola a causa di uno svantaggio non da poco: in pochi possono permettersi una casa, visti i prezzi esorbitanti degli appartamenti , superiori persino a capitali blasonato come Londra e New York. Risultato: le coppie fanno sesso al riparo delle loro camerette d’infanzia, magari con i genitori davanti al televisore nella stanza accanto. Una situazione paradossale che castrerebbe qualunque voglia di orgasmo. Praticamente un continuo coito interrotto.

E’ quanto emerge dal sondaggio annuale condotto dalla Durex su circa 26 mila persone. Oltre alla “logistica”, che influisce negativamente sui rapporti sessuali dei poveracci di Hong Kong, anche orari di lavori troppo stressanti e la continua esposizione agli strumenti elettronici sono fattori che contribuiscono al calo del desiderio.

L’Italia si posiziona bene, visto che il 76 per cento degli intervistati ha dichiarato di avere rapporti almeno una volta a settimana. Ma i migliori sono i greci, la cui crisi economica ha evidentemente alzato il tasso di testosterone, portandoli ad un 87 per cento di intervistati che dichiara almeno un rapporto a settimana. Curiosità: i più fantasiosi a letto sono gli svizzeri, che di preciso hanno solo gli orologi, ed evidentemente tutta quella cioccolata a qualcosa deve pur servire. Mentre gli austriaci sono i campioni del sesso orale: l’80 per cento lo pratica.

Povera Italia. Poveri italiani. C’era una volta il detto “italians do it better”. Ora, invece, secondo i dati della Durex, sono gli austriaci i playboy del mondo: gli uomini intervistati hanno dichiarato in media 29 partner sessuali, le donne 17. Le quote rosa spopolano in in Nuova Zelanda, dove le conquiste sono maggiori rispetto a quelle maschili: 20 a 17.

I più veloci? Sempre loro: i ragazzotti di Hong Kong, con una durata media di 24 minuti. Mentre i più duraturi e focosi sono i messicani, la cui prestazione dura quanto un tempo di una partita: 45 minuti. “Mexicans do it better”, è proprio il caso di dirlo.