LORSIGNORI/ Un osso chiamato testa

di Fortebraccio

L’idea del Padreterno, che si sa vede nel futuro, era di non fargliela la testa all’onorevole Rotondi, tanto non glirotondi_gianfrancosarebbe mai servita. Ma finite le gambe, il torace e le braccia, e venutogli particolarmente esile, gli parve che anche il segretario della Democrazia cristiana per le autonomie qualcosa da appoggiare sul collo dovesse pure averla. Se non altro per contrappeso. Fu allora che gli mise tra le due spalle quell’osso rotondo che il che il ministro per l’attuazione del programma continua a chiamare maldestramente testa. In realtà l’intenzione del Creatore era di fargliene sì una, ma rigorosamente vuota e che servisse semplicemente a tenergli occupate le mani nei giorni di vento. E invece Rotondi, da turista della politica qual è, si è persuaso che quella cosetta ovale sia un elettrodomestico e che come tale, almeno una volta al giorno, vada usata. A confermarcelo, ieri, è arrivata una dichiarazione che egli ha rilasciato all’agenzia giornalistica Il Velino: “Avanti sino al 2013, altrimenti al voto”. A noi quest’uomo ricorda il compianto ministro Tanassi e siamo certi che con quella sua fronte, inutilmente squadrata, se fosse vissuto nella prima repubblica non sarebbe stato un democristiano ma un socialdemocratico. Non vi sembra che così trapanato dai pensieri, con una frase odontoiatrica che pare rubata dalle labbra di un Nicolazzi, un Longo, o di un Cariglia, l’onorevole Rotondi come socialdemocratico di complemento non possa ambire a presiedere l’accademia dei Morti di sonno? La sua forte personalità da millepiedi, la tempra brutale da moscerino e il passo spedito da chiocciola ne fanno uno degli alleati preferiti dal Cavalier Basetta che si sa predilige questo tipo di uomini, dotati di una particolare tenacia e forza di volontà, quella di chi sapendo di essere venuto su dal nulla fa di tutto per rimanerci.  

LEGGI ANCHE

LORSIGNORI/ Isole vergini

La Briscola

Uomini e bandiere rosse

Corsa nei sacchi

Gasparri alla coque

Tremonti, Calderoli e il cervello

Il comò

Il Popolo della Basetta

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.