LORSIGNORI/ Frau Magique

di Fortebraccio

Ogni mattina, quando ci troviamo davanti allo specchio, il nostro primo pensiero lo dedichiamo sempre all’Europa.merkel-sarkozy Cosa staranno facendo, a quest’ora, Angela Merkel e Nicolas Sarkozy? E’ questa la domanda che ogni giorno, inevitabilmente, mescoliamo insieme al sapone da barba. Si saranno svegliati anche loro? E le loro teste europee, saranno già spuntate dal catafalco a due piazze che Germania e Francia hanno costruito per Frau Merkel , una specie di Rosi Bindi formato esportazione, e per il marito della première dame, una specie di arbre magique dalla testa spropositata e dal corpo minuscolo? E così, assorti ogni mattina di ogni giorno in questi pensieri, mentre radiamo la nostra, non possiamo che pensarli anche loro, Frau Bindi e Monsieur Carlà, intenti come noi a insaponarsi le guance. A loro tutti i popoli europei devono guardare con riconoscenza, perché radendosi ogni mattina, con spuma, pennello e rasoio, Frau & Magique ci dimostrano come la barba, oltre che su quelle dei comuni mortali, possa crescere anche sulle facce di bronzo. Ce ne siamo convinti definitivamente quando nella settimana che si è appena conclusa, nel corso di un vertice a tre, li abbiamo visti insieme al nostro presidente del consiglio, il senatore più a morte che a vita, il professor Mario Morti, come lo chiamano quelle canagliacce di Vauro e Vincino. Più che un vertice salva Europa, salva Italia e salva tutto, a noi è parsa la comparsata dell’altro giorno e parsa la preparazione di un’autopsia. A fornire la materia prima, e cioè la senatoriale salma estratta dall’immenso frigorifero della politica italiana, è stato Giorgio Napolitano, la cadaverina-spray della Repubblica, l’ideale candidato (a Dio piacendo) alla sostituzione del Milite Ignoto. Frau & Magique, con i loro sorrisetti, i loro ammiccamenti, le loro tresche fesse e losche hanno trovato in Mario Morti l’alleato ideale per salvare se stessi affossando l’Italia. D’altro canto non si può impostare un discorso anatomico sulle reali intenzioni dell’asse franco-tedesco senza fare l’autopsia alle salme imbalsamate  che ne sono complici. Sotto questo aspetto, non c’è che dire, Mario Morti è la salma perfetta. Meglio lui che il cavaliere, si saranno detti Frau & Magique. E come dargli torto? Berlusconi (passateci l’espressione dozzinale) voleva montare solo le escort, Monti tutta l’Italia.