Vitalizi per i politici in carcere, l’abolizione non passa: 176 senatori votano contro. Ecco i nomi.

senato grasso vitalizi no

Il 24 settembre il Senato della Repubblica italiana ha dato l’ennesima prova del suo spirito a delinquere, votando contro l’abolizione dei vitalizi per i politici in carcere. L’emendamento, promosso dal Senatore Giarrusso del M5S, non è passato. 176 senatori hanno votato contro: ecco i loro nomi.

 

241 votanti. 242 presenti ai fini del numero legale. 176 contrari, maggioranza di 121.

Il 24 settembre al Senato 176 Senatori della Repubblica, che dovrebbero promuovere la legalità del Paese, hanno votato contro l’abolizione del vitalizio ai parlamentari in carcere. Berlusconi, Dell’Utri, Cuffaro e altri possono dormire sonni tranquilli: nonostante siano dietro le sbarre potranno continuare a percepire lo stipendio pagato dai contribuenti italiani. Una vergogna che grida vendetta.

Ma chi sono questi 176 “signori” che hanno avuto il barbaro coraggio di votare contro? Spunta persino il nome della giornalista antimafia, o presunta tale, Rosaria Capacchione. I suoi colleghi del Pd non sono da meno, con sole 3 eccezioni: Casson, Lumia e Mineo, favorevoli all’emendamento e quindi all’abolizione del vitalizio.

Ecco il documento con l’elenco dei nomi di quanti hanno votato contro. Ricordatevelo alla prossima tornata elettorale.


Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.