Valsusa, tensione sempre più alta. Bruciato un presidio No Tav : ”Rogo doloso”

incendio accampameto no tav

Il rifugio di Vaie distrutto dalle fiamme. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco. La denuncia dei manifestanti: «Rogo doloso».

 

È andato a fuoco, nella notte, in Val Susa, il presidio No Tav a Vaie (Torino). La baracca, realizzata nel 2005 in legno e tubi di metallo, è stata distrutta dalle fiamme. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che non hanno trovato alcun innesco, e i carabinieri, che indagano sull’accaduto. Intervenuti anche numerosi No Tav, che hanno annunciato una conferenza stampa per questa mattina.  

«Il fuoco per mano dolosa e mafiosa è stato appiccato in modo vigliacco nella parte posteriore e nascosta del presidio», si legge in una nota dei No Tav. Nonostante l’intervento dei No Tav di Vaie e successivamente dei vigili del fuoco il presidio è stato completamente distrutto. «Per un puro caso il presidio era vuoto», scrivono gli attivisti, «alcuni ragazzi no tav di Pesaro in questi giorni avrebbero dovuto dormire proprio in questo presidio ma per un impegno improvviso avevano rinunciato al loro viaggio in valle di Susa». 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.