Un altro sottosegretario si dimette. Inizia il rimpasto prima del voto di fiducia?

si dimette un altro sottosegretario in attesa ella fiducia

Si terrà il prossimo 11 dicembre la verifica con voto di fiducia alla legge di stabilità.

 

E’ quanto ha dichiarato Dario Franceschini a seguito dell’incontro, tenutosi nella serata di lunedì, tra Enrico Letta e il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, dopo che il Quirinale aveva invitato il premier ad un chiarimento in merito alla situazione del governo dopo il passaggio all’opposizione di Forza Italia.

In una nota diramata dal Colle, si legge infatti che “entrambi hanno ribadito il convincimento che l’approvazione da parte del Senato della legge di stabilità su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia – dopo che il gruppo parlamentare Forza Italia-Il Popolo della Liberta aveva dichiarato di non condividere tale fondamentale legge e di ritirare pertanto l’appoggio al Governo – ha confermato la permanenza del rapporto fiduciario anche nella nuova situazione politico-parlamentare venutasi a determinare”

“Si è altresì convenuto sulla opportunità di un sollecito passaggio parlamentare che consenta di prospettare indirizzi e contenuti dell’attività di Governo”, prosegue il Quirinale nella nota, “segnando la discontinuità intervenuta tra la precedente e la nuova maggioranza, esigenza sottolineata in particolare dalla delegazione parlamentare di ‘Forza Italia’ nel corso dell’udienza del 28 novembre scorso.”

“Tale passaggio”, conclude il comunicato, “non può che assumere i caratteri di un dibattito sulla fiducia”. Il quale, appunto, richiamerà i parlamentari in Aula mercoledì 11.

Frattanto, nella giornata di lunedì, dopo l’addio di Gianfranco Micciché, è stata la volta di Walter Ferrazza, che ha presentato le sue dimissioni. “In conseguenza dell’adesione del Mir, movimento politico a cui appartengo, a Forza Italia, ho rassegnato le mie dimissioni nelle mani del presidente del Consiglio Enrico Letta”, s’è giustificato. “Si tratta di una scelta ineludibile per coerenza rispetto agli elettori dato che Forza Italia ha ritenuto giustamente di passare all’opposizione”. E anche Jole Santelli, sottosegretario al Lavoro, avrebbe presentato nelle mani di Berlusconi le sue dimissioni che, però, non sarebbero ancora arrivate a palazzo Chigi.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.