“Sono lo schiavo di Berlusconi: trasformiamo il Senato in una casa chiusa”: la follia di un senatore

schiavo berlusconi

Chi diavolo può aver pronunciato parole simili? Dov’è la dignità personale, l’amor proprio, l’orgoglio dell’essere umano? Può un senatore della Repubblica dichiarare certe assurdità? Purtroppo in Italia tutto è diventato possibile: ecco chi è il senatore finito nella bufera per queste dichiarazioni assurde rilasciate nella trasmissione radiofonica La Zanzara.

 

Cruciani e Parenzo, si sa, sono due filibustieri che riuscirebbero a far dire la qualunque anche al più riservato dei personaggi pubblici. Ma questa volta le dichiarazioni rilasciate a La Zanzara dal Senatore Antonio Razzi, ex Idv ora fedelissimo di Berlusconi, sono state sconcertanti.

Sono un fan di Berlusconi, un suo dipendente, un fanatico. Schiavo? Sì, anche schiavo”, dichiara candidamente il senatore. “E’ lui il capo, è lui che mi paga e sono al suo guinzaglio. E a Scilipoti dico ‘fatti i cazzi tuoi e vota con Berlusconi’“. Perché, così pare, il peone Scilipoti vorrebbe votare contro l’attuale riforma del Senato proposta da Renzi (e Berlusconi).

A proposito di Palazzo Madama ecco un’altra perla di Razzi: “Qua ci starebbe proprio una bella casa chiusa. Una casa per appuntamenti fenomenale. Ci sarebbe lavoro per tutti. E visto che si chiama Palazzo Madama, anche il nome…“.

Siamo alla follia pura, come si capisce dalle successive “riflessioni” made in Razzi: “Sicuramente darebbe migliaia di posti di lavoro, in questo momento molto delicato. Tanto gli italiani in vacanza vanno all’estero a prostitute e spendono all’estero. E’ la prima esportazione di valuta.”

L’Italia è rappresentata da persone così. Cosa abbiamo fatto di male per meritarci queste porcherie?

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.