Sondaggio, il centrodestra torna in testa: come diavolo è possibile?

sondaggio politico

I sondaggi si sa si vanno presi con il beneficio del dubbio, l’esperienza insegna che non sempre l’intenzione diventa realtà.

 

Il dato certo però di questi giorni è che gli istituti che monitorano i desideri elettorali degli italiani misurano ognuno una temperatura diversa, quasi come se il paziente fosse diverso.

Ieri, e lo abbiamo pubblicato su Huffpost, Ixé (per Agora) dava il Pd e M5s in crescita e Pdl in calo, Tecnè (per SkyTg24) invece mostrava numeri un po’ differenti: democratici in testa ma stabili mentre il Pdl (o Forza Italia) in crescita. Differenze, non sostanziali, ma pur sempre tali.

Oggi, come a sparigliare totalmente le carte, il corriere.it pubblica un sondaggio Swg che rovescia il tavolo e racconta un’altra situazione: sorpasso del partito di Berlusconi su il Partito Democratico. Effetto crisi già finito? Si chiede il quotidiano di via Solferino.

Ecco in sintesi il quadro: 

Il Pd cala di oltre 4 punti percentuali, passando dal 31,2 al 27, e la coalizione si attesta – grazie anche a un passo in avanti di Sel al 5,1 – al 32,9. Il centrodestra recupera quasi un punto e mezzo e arriva al 35,4 (era al 34), tornando ai livelli pre-voto, nonostante un Pdl ancora in lieve flessione al 24,6%.

 

Tra gli altri partiti, i Cinque Stelle ritornano ai valori di inizio ottobre, intorno al 20%, mentre i centristi recuperano qualche decimale, arrivando al 6,3% (con Scelta civica al 5,1%).

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.