Scilipoti contro Grillo: “Usa impropriamente il mio nome”. E poi lo diffida

Scilipoti contro grillo

Il senatore pidiellino non ci sta e rimanda al mittente le accuse del militante a Cinque Stelle che ha accusato Luis Alberto Orellana (per aver aperto al Pd) di essere il nuovo Scilipoti. L’ex Idv sostiene: “Chi parla non conosce la mia storia politica, sono stanco di veder citato sempre il mio nome”.

 

E mentre Beppe Grillo dice a tutta voce: “mai alleanze”, e i suoi dodici deputati continuano il braccio di ferro con la Presidente Laura Boldrini rimanendo sul tetto della Camera, per protestare contro il disegno di legge sulle Riforme costituzionali, il Movimento Cinque Stelle si trova a dover combattere anche contro la “grana Scilipoti”.

E su twitter Beppe Grillo annuncia che il parlamentare Pdl, ex Idv, lo ha diffidato. Sul suo blog è riportata tutta la dichiarazione del medico agopunturista che ha lamentato l’uso del suo nome come simbolo di trasformismo.

Il tutto è nato perché Grillo aveva postato sul suo blog, un post di un attivista che definiva il senatore 5 stelle Luis Alberto Orellana come “il nuovo Scilipoti”. Tutto per aver prefigurato scenari di possibili alleanze con il Pd in caso di caduta del governo Letta. Orellana era stato fortemente attaccato per questa sua apertura e invitato a lasciare il movimento.

Scilipoti si definisce stanco della situazione e rivolgendosi al comico genovese dichiara: “Beppe Grillo e i suoi onorevoli quando debbono reciprocamente accusarsi di tradimento politico, utilizzano impropriamente il mio nome, dimostrando di non conoscere la mia storia politica, improntata al rispetto delle prerogative dei parlamentari, né di leggere le dichiarazioni che rilascio alla stampa. Sono stanco di leggere sulle agenzie e sui giornali il mio nome utilizzato come sinonimo di trasformista. Le mie recenti dichiarazioni, su un improbabile governo Letta-bis erano di carattere squisitamente politico, inerenti ai diritti dei parlamentari che non debbono obbligatoriamente spalmarsi sulle dichiarazioni dei segretari di partito, non prefiguravano certamente un cambio di casacca”.

Intanto Luis Alberto Orellana si prende ancora altro tempo per decidere: Non ho preso ancora nessuna decisione, cerco di non pensarci. Rifletterò nel fine settimana sul da farsi, ora sono in missione all’estero e non mi sembra il caso di perdere la concentrazione. Devo ancora capire quel che è successo, certo è una vicenda un po’ triste. Di certo non mi sento un nuovo Scilipoti.  Ma temo che qui si stia finendo ai 38 stratagemmi per avere sempre ragione”.

Cosa farà: al massimo entro domani lo renderà pubblico.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.