Scandalo Mps, a che punto siamo? Arrivano i primi rinvii a giudizio. Ma la politica riesce a salvarsi

scandalo mps

I pm di Siena hanno appena depositato le richieste di rinvio a giudizio per l’ex presidente e l’ex direttore generale del Monte dei Paschi – Le accuse sono di ostacolo alla vigilanza, manipolazione del mercato e falso in prospetto relativamente all’acquisizione di Antonveneta – Estese le accuse anche a Crisostomo e Pirondini…

 

I pm di Siena hanno appena depositato le richieste di rinvio a giudizio per l’ex presidente di Mps Giuseppe Mussari e l’ex dg Antonio Vigni, relativamente ai reati di ostacolo alla vigilanza, manipolazione del mercato e falso in prospetto relativamente all’acquisizione di Antonveneta da parte dei Mps.

Sono state cancellate invece le posizioni dell’ex vice dg Fabrizio Rossi e del manager Marco Morelli, indagati fino a luglio. Scompare dalla lista anche la stessa società Monte dei Paschi di Siena, ma rimane solo la responsabilità di Jp Morgan.
Le richieste di rinvio a giudizio riguardano anche gli altri 5 indagati.

Una novità: all’ex responsabile finanziario Daniele Pirondini, all’ex dg Vigni, e all’ex consulente legale Michele Crisostomo sono state estese le accuse.

Secondo i pm avrebbero anche commesso il reato di ostacolo alla vigilanza nei confronti del collegio dei sindaci revisori, che in base alle ricostruzioni sarebbe stato parzialmente ingannato (solo parzialmente, perché i tre componenti rientrano comunque nella lista degli indagati).

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.