Santanchè contro tutti, chiama traditore Napolitano per difendere B. ma il Pdl la scarica

santanchè scaricata dal pdl

Daniela Santanché dà del traditore a Napolitano e si crea il caso.

 

Santanché spacca nuovamente il Pdl. Colpa delle parole pronunciate presso l’Arena, dove è stata ospite.

Nel corso della trasmissione di Rai Uno, infatti, la pitonessa ha accusato duramente il Capo di Stato Giorgio Napolitano, additandolo come un “traditore”. Questo perchè doveva intervenire per salvare il Cavaliere, soprattutto -è il ragionamento della pasionaria “Sta facendo il suo secondo mandato perché lo ha proposto Berlusconi”, ma, sottolinea, “la pacificazione di cui aveva parlato non c’è”.

Immediatamente le sue parole hanno scatenato aspre reazioni e i primi a prenderne le distanze sono i capigruppo alla Camera e Senato Renato Brunetta e Renato Schifani. I due, in un una nota congiunta, evidenziano come “le gravi affermazioni della Santanchè” non siano “condivise dai Parlamentari del Pdl”. Le sue, piuttosto, “sono valutazioni personali”.

Anche il ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi è corso in difesa del Presidente della Repubblica. L’uomo ha contestato non solo la Santanché definendo la sua esternazione grave e dannose, ma ha anche lanciato un richiamo all’unità all’interno del Pdl: le parole della pitonessa, infatti, “documentano il tipo di partito che noi non vogliamo che il Popolo della libertà divenga”.

Non meglio poteva andare tra le schiere del centrosinistra, dove il Partito Democratico urla al vilipendio: “Se le sue dichiarazioni non sono smentite sono di una gravità assoluta”, dicono i parlamentari democratici. E al presidente Boldrini chiedono di valutare “se siamo di fronte ad un caso di vilipendio delle Istituzioni.”

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.