Responsabilità civile magistrati: “Chi sbaglia paga.” La Casta delle toghe sotto attacco, finalmente.

responsabilità civile magistrati ce lo chiede leuropa mini

Basta intoccabili, siano essi magistrati o ladri. L’insopportabile Casta delle Toghe ora dovrà rendere conto dei propri errori, che ci sono e in alcuni casi risultano sconcertanti quanto inspiegabili.

 

Abbiamo già spiegato chiaramente quali sono le linee guida del Ministero in materia di responsabilità civile dei magistrati.

Chi scrive pensa che una casta di intoccabili non debba esistere, siano essi magistrati o pizzicagnoli. Se poi ci troviamo in Italia, dove da mezzo secolo la politica viene decisa a colpi di giustizia (e finto giustizialismo) allora è il caso di drizzare le antenne. Se poi scopriamo che metà dei magistrati protagonisti della scena mediatica sono poi sbarcati in Parlamento allora c’è davvero qualcosa che non va.

Renzi ha ribadito che la strada intrapresa sarà percorsa fino alla fine, nonostante le proteste dell’Associazione Nazionale Magistrati, secondo cui si tratterebbe di “una riforma punitiva: si lancia il messaggio che la giustizia funziona male perché i magistrati fanno errori – dice il segretario Maurizio Carbone – e si dà il via libera ad azioni strumentali contro i giudici.”

Ma i magistrati fanno errori che fino a ieri restavano impuniti. La legge è uguale per tutti? E allora è giusto che tutti, magistrati compresi, paghino i loro errori.

Ecco il documento con le linee guida del Ministro della Giustizia Orlando in materia di responsabilità civile dei magistrati e la relazione tecnica a riguardo.

{edocs}respcivilemagistratilineeguida.pdf,100%,300{/edocs}{edocs}respcivilemagistratirelazionetecnina.pdf,100%,300{/edocs}

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.