Renzi vince il Congresso Pd e la cosa fa innervosire D’Alema. Duro botta e risposta tra i due

renzi vince e dalema lo attacca

E’ Matteo Renzi il vincitore del Congresso del Partito Democratico. Per quanto non ci siano ancora risultati finali, il sindaco fiorentino ha raggiunto il 46.7% delle preferenze.

 

Il sindaco di Firenze fa il primo passo per la sua cavalcata alla guida del Partito Democratico. Nelle votazioni del Congresso del Pd, che ha interessato 7mila circoli e quasi 300mila elettori, è riuscito a conquistare il 46.7% di preferenze, contro il 38.5% di Gianni Cuperlo, il 9.2% di Pippo Civati e il quasi 6% di Gianni Pittella.

Il primo cittadino toscano ha ringraziato tutti con un post su Twitter: “Grazie a tutti gli iscritti. Grazie di cuore. Adesso in cammino verso l’8 dicembre”. Perché ora Matteo Renzi deve riuscire a conquistare le primarie e puntare a diventare lo sfidante del centrosinistra.

Da evidenziare però l’ottimo risultato ottenuto da Cuperlo, che è riuscito a prendere tanti voti e a essere addirittura primo a Roma, con il 54%, e a Milano; in Lombardia è però Renzi a imporsi.

I dati non sono ancora quelli ufficiali definitivi, ma non dovrebbero differenziarsi troppo da quelli che saranno i finali.

Ma la vittoria di Renzi ha avuto un retrogusto amaro, visto che in serata c’è stato un duro battibecco con uno dei “padri fondatori” del Pd, Massimo D’Alema. I due infatti si sono sfidati a distanza visto che dal palco di ‘Che tempo che fa’ il primo e da ‘Agorà’ il secondo, hanno avuto da ridire l’uno in risposta all’altro. E’ Matteo Renziil primo a parlare, e l’argomento è Massimo D’Alema. Lo fa su RaiTre, ospite di Fabio Fazio alla trasmissione ‘Che tempo che fa’.

Il sindaco toscano parla dell’altro ricordando che “D’Alema pensa che se vinciamo noi distruggiamo la sinistra, ignorando il fatto che l’hanno già distrutta loro la sinistra e che a noi toccherà ricostruirla. Allora in questo senso è la prima volta da vent’anni che D’Alema perde un congresso”. Poi continua ancora: “Siccome di solito perdeva le elezioni, stavolta ha perso il congresso; vincendo il congresso forse vinciamo le elezioni.

A distanza gli arriva la risposta del diretto interessato che attacca il rottamatore su ‘Agorà’: “Vorrei ricordargli che noi le elezioni le abbiamo vinte, due volte nel corso di questi anni, e abbiamo portato la sinistra italiana per la prima volta nella sua storia al governo del Paese. Quindi Renzi è ignorante da questo punto di vista. Mente. E’ spiritoso, brillante, ma è superficiale e questo non depone, secondo me, molto a favore di chi dovrebbe diventare il leader del più grande partito italiano”.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.