Patto del Nazareno, dietro la legge elettorale c’è altro. Tutti i regali di Renzi a Berlusconi

tutti iregali di renzi a berlusconi

Sul treno renziano delle riforme è salito a bordo anche Silvio Berlusconi. Un uomo di 77 anni, condannato, decaduto, su cui lo stesso Renzi aveva scritto “game over”, è ora in marcia verso la Terza Repubblica.

 

“Avanti tutta”, commenta Matteo Renzi dopo il primo sì della Camera all’Italicum. Follie dei 5 Stelle a parte, è stata sicuramente una settimana da incorniciare per il nuovo segretario Pd che sta riuscendo nell’impresa: cambiare il sistema elettorale italiano dopo anni di paludi e traccheggiamenti.

C’è però un effetto meno voluto che questo successo ha portato con sé. Sul treno spedito renziano delle riforme è salito a bordo anche Silvio Berlusconi. Un uomo di 77 anni, condannato, decaduto, su cui lo stesso Renzi aveva scritto “game over”, è ora in marcia verso la Terza Repubblica.

L’immagine un po’ ammaccata dopo la caduta dallo scranno senatoriale sembra lontana. Il Cavaliere è stato l’interlocutore numero uno sulla legge elettorale per il Pd, è entrato a Largo del Nazareno e ha trovato l’accordo con Renzi, ritagliandosi un ruolo da “padre costituente”, insperato fino a pochi mesi fa.

Un ruolo di fatto auspicato per lui anche dal capo dello Stato che ha sempre sollecitato uno spirito collaborativo per fare le riforme fondamentali da parte di tutte le forze politiche, Forza Italia compresa.

Anche l’analisi del frutto dell’accordo “Renzusconi”, l’Italicum, premia in qualche modo il Cavaliere. La logica bipolare contenuta costringe tutti i suoi figli prodighi, da Angelino Alfano a Pier Ferdinando Casini,a ritornare a “casa”. E la soglia al 37% per il premio di maggioranza che si profila lo favorisce e non a caso ha provocato le ire della minoranza dem che chiama la nuova legge “berlusconiana”.

Ora, va bene la riconoscenza, ma accettato il passaggio sul treno del successo renziano, il furbo leader di Forza Italia si prepara a scendere. Nonostante i dissidi interni dei suoi, è da mesi al lavoro per elaborare la strategia contro il suo giovane “competitor”.

Punterà non a caso sulle sue rughe, quelle mostrate sul Sunday Times la scorsa settimana, sulla sua esperienza, sulla sua maturità.

Del resto, sarà un padre costituente della Terza Repubblica, grazie a Matteo.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.