Parlamento, anche a Ottobre solo proposte di leggi inutili. Ecco tutti i “lavori” del mese

parlamento inutile anche a ottobre il nulla totale

Ce ne sono di tutti i colori ma le leggi che ci appaiono meno utili sono quelle della Lega Nord che puntano alla salvaguardia dei dialetti piemontese, lombardo e veneto. In un tempo in cui molti italiani non sono competitivi perché non conoscono neppure una lingua straniera. E che anche per questo occupano quel 12,5% di disoccupazione di cui è afflitto il nostro Paese.

 

Legge di stabilità? Trise, Tasi e Imu? Nulla di tutto questo nei pensieri del parlamento italiano che anche questo mese  di ottobre ha pensato bene di presentare disegni di legge che verranno accantonati e mai discussi come quelli dei leghisti dei mesi scorsi che promuovevano l’autonomia del Veneto e la costituzione della Regione Romagna.

Anche ad ottobre deputati e senatori, tra i 168 progetti di legge presentati di cui solo una decina sono stati assegnati in commissione, si sono sbizzarriti nella fiera dei disegni di legge inutili. Dodici di questi, che Openpolis ci elenca, ci sembrano davvero uno spreco di tempo e di carta.

E quando si dice, in maniera populistica si intende, che in parlamento ci si va solo per mangiare non ci si sbaglia più di tanto.

Infatti il disegno di legge, non ancora assegnato in commissione, presentato alla Camera da HYPERLINK ““LucaHYPERLINK “http://parlamento17.openpolis.it/disegni-di-legge-in-parlamento HYPERLINK “http://parlamento17.openpolis.it/disegni-di-legge-in-parlamentoPalmizioHYPERLINK “http://parlamento17.openpolis.it/disegni-di-legge-in-parlamento del HYPERLINK “http://parlamento17.openpolis.it/disegni-di-legge-in-parlamentoPdl il 28 ottobre punta proprio a stabilire norme per la costituzione, il riconoscimento e lo sviluppo delle confraternite enogastronomiche e delle associazioni consimili. Erasmo Palazzotto di Sel non se la passa meglio. Alla Camera ha presentato un disegno di legge per la proroga delle concessioni demaniali per la pesca e l’acquacoltura.

Giuditta Pini rappresenta bene il Pd nella fiera delle cose inutili di questo ultimo mese. Ha chiesto alla Camera la modifica dell’articolo 697 del codice militare per l’elevazione del limite d’età per i volontari in ferma breve nell’esercito.

E nel computo dei legislatori inutili finisce anche Gessica Rostellato del Movimento Cinque Stelle. La quale si butta sulla trasparenza e chiede alla Camera di discutere il disegno di legge relativo al decreto di pubblicità e di ripresa delle sedute audiovideo dei consiglio comunali e provinciali.

Il meglio però arriva come sempre dalla Lega Nord. Il deputato Stefano Allasia ha pensato di presentare un disegno di legge che punti alla valorizzazione del dialetto piemontese. E lo fa in uno Stato, l’Italia, dove non tutti i cittadini conoscono rudimenti della lingua inglese che gli permettano di essere al passo con i tempi e competitivi nel mondo del lavoro globalizzato. Nunziante Consiglio al Senato invece ne presenta un altro che punta alla tutela di tutte le lingue regionali del Nord Italia. Comprendente anche i dialetti della Lombardia e del Veneto. Lo stesso che il 17 ottobre presenta un testo volto a regolamentare la disciplina dell’apicoltura.

Sofia Amoddio del Pd ha invece presentato un disegno di legge  per il festeggiamento del centenario del dramma antico. Laura Biaconi del Gal invece presenta una proposta di legge quadro sugli spettacoli dal vivo. Deborah Bergamini del Pdl invece pensa già al Carnevale. E per questo presenta una legge per istituire a Viareggio il museo nazionale della cartapesta. Il deputato Antonio Minardo del Pdl sempre in materia di musei ha pensato all’archeologia di Modica. Mentre Massimo Bitonci della Lega, vuole che venga istituita la commemorazione della battaglia di Lepanto.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.