Il M5S risponde alle accuse di Sonia Alfano: “un colpo di sole di fine estate”

senatori grillini rispondono accuse sonia alfano

Il vicecapogruppo al Senato dei pentastellati Mario Giarrusso ha risposto alle dichiarazioni della piddina Sonia Alfano. Tutto resta immutato: nessun accordo con il Pd. E sulle espulsioni: niente di più falso ma occorre dire da che parte si è orientati.

 

Sonia Alfano poco più di ventiquattro ore fa tentava di spostare l’attenzione dal Pd al Movimento Cinque Stelle. Sostenendo che ci fossero 15 senatori grillini pronti a dare l’appoggio a una maggioranza di Governo con il partito di centrosinistra.

Sulla questione è intervenuto il vicecapogruppo del Movimento Cinque Stelle al Senato Mario Giarrusso. Rispondendo seccamente al presidente della Commissione antimafia al Parlamento europeo. Il senatore pentastellato però parla di “colpi di sole di fine estate”.

 “La Alfano sta giocando con le nostre vite – ha sottolineato Giarrusso in un’intervista all’Adnkronos – mettendoci in difficoltà per accreditarsi presso chissà chi, il Pd o altri. Sono notizie completamente false, non ci sono stati incontri con la Alfano, siamo in vacanza”.

A Palazzo Madama, in vista dell’apertura ufficiale della stagione autunnale, ci sono questioni da risolvere. Si parlerà degli “strumenti di consultazione degli attivisti” alle riflessioni sulla legge elettorale e sulla comunicazione.

 Sulla questione Pd però la situazione è chiara. Giarrusso ha sottolineato che “non faremo mai la stampella aEnrico Lettae al Pd che già settimana scorsa aveva escluso categoricamente un’alleanza con il Pd perché “come potremmo stare al governo con chi ci ha portati a queste condizioni? Noi abbiamo indicato la disponibilità per un governo che avesse come base il programma del Movimento 5 Stelle. Come è possibile pensare che entriamo in una maggioranza se non si riesce a raggiungere l’accordo su un punto minimo come la riforma dellalegge elettorale?. Noi la nella direzione indicata dai cittadini mentre l’orientamento che sta prevalendo è di passare dalPorcelluma una porcata peggiore. Come si può dialogare con chi vuole riformare laCostituzionecon un pregiudicato, con chi ci ha tenuto fuori dal gruppo che sta preparando la bozza per la riforma del regolamento del Senato, che ha un’importanza quasi pari a quella della Costituzione?”.

E chiude anche sulla possibilità di espulsioni: “Non ce ne saranno, ma chi esprime opinioni polemiche deve dire pubblicamente che è contro l’alleanza con il Partito democratico o un Letta bis.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.