Grillo vs Il Fatto, le reazioni della base sono veementi: “Basta vittimismi.”

beppe grillo contro il fatto

“Ma dove cavolo stiamo andando…”. Continua ad agitare gli animi, nel M5S, la presa di posizione di Grillo e Casaleggio sul reato di clandestinità. E l’attacco al Fatto quotidiano (per la sua “campagna ricca di battute e insulti contro Grillo”) pubblicato oggi sul blog del leader M5S, suscita reazioni molto critiche.

 

“Ma finitela di fare le vittime e imparate ad accettare le critiche”, scrive Sandro che invita “la dirigenza” 5 Stelle a non “perdere tempo con queste lamentele da asilo” e muoversi “a fornirci la piattaforma di democrazia diretta”.

Leandro, che si dichiara attivista ed elettore del movimento e bolla come “solenne stupidaggine” l’intervento di Grillo sugli immigrati, è preoccupato: “Non voglio che per colpa vostra il M5S perda consensi o la strada di rinnovamento fin qui percorsa.
Smettetela! Il M5S siamo noi, non voi”.

“Daje Beppe,non te preoccupà vai avanti come sempre!”, prova a incoraggiare Flavio. Ma Marco lo rimprovera: “Un pò di autocritica mai, eh?”. E Daniele difende Il Fatto Quotidiano: “E’ sempre stato obbiettivo e se talvolta scrive male di noi lo fanno giustamente perché ce lo meritiamo, visto che di errori ne commettiamo molti primi fra tutti Grillo e Casaleggio. Cosa pretendete, un organo di stampa servile? Non è il nostro organo di stampa”.

Quasi quattrocento messaggi in quattro ore. Di chi scrive per dirsi d’accordo con l’attacco al Fatto o per prendere le distanze. Questi ultimi appaiono la grande maggioranza e, come Gabriele, domandano: “Perché una persona che ha gli ideali del M5S e che l’ha votato deve essere per forza d’accordo con tutto quello che si scrive in questo blog?”.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.