Flavio Tosi, dalle liti con Balotelli a possibile erede di B: “Pronto a candidarmi”

tosi erede di b

La parabola discendente di Silvio Berlusconi non ha ancora terminato il suo cammino che c’è già chi è pronto a raccoglierne l’eredità e guidare il centrodestra. Si tratta del sindaco di Verona Flavio Tosi che presenterà la sua candidatura il 6 ottobre al Palabam di Mantova.

 

Silvio Berlusconi non è ancora decaduto. Il voto è ancora lontano. Ma soprattutto il Pdl e la Lega non hanno ancora deciso se correre insieme alle prossime elezioni.

C’è però chi ha l’occhio lungo e guarda lontano. Si tratta del sindaco di Verona Flavio Tosi. Il quale ha annunciato che il 6 ottobre prossimo presenterà la sua candidatura come candidato premier del centrodestra.

Trovo giusto che siano gli elettori di centrodestra – ha sottolineato  il primo cittadino-  a tornare protagonisti”.

Credo che la mia Fondazione – ha continuato-  sia semplicemente uno stimolo, giusto, perché anche all’interno del centro-destra si tengano le primarie”. Il primo cittadino presenterà la sua candidatura a presidente del Consiglio dei Ministri, il 6 ottobre al Palabam di Mantova.  Proponendosi come alternativa agli uomini del Pdl ma soprattutto a Silvio Berlusconi, che ora ha a che fare con la decadenza da Senatore.

Visto che prima o poi si tornerà al voto – ha spiegato Tosi – e considerato che si dovrà individuare un candidato premier, trovo giusto che siano gli elettori di centro-destra che finalmente a tornare protagonisti. Questa legge elettorale e la partitocrazia hanno allontanato gli elettori dal voto, quello delle primarie è uno strumento, un metodo per riuscire a coinvolgerli di nuovo, facendo in modo che siano gli elettori a scegliere. Anziché qualcuno che glielo cala dall’alto. Quindi l’iniziativa del 6 ottobre serve per avere una candidatura, un programma, delle persone che ci credono per spingere questa iniziativa”.

Ce la farà il sindaco di Verona o, come avvenuto a Gianpiero Samorì, dovrà ritirarsi in buon ordine? Questo lo vedremo fra qualche mese. Ora però sappiamo che l’alternativa al Pdl nel centrodestra c’è, basta solo saperla cogliere.

...