Fabrizio Barca attacca La Zanzara: “Era una trappola, quello di Cruciani non è giornalismo.”

 giuseppe-cruciani-fabrizio barca FILEminimizer

Si è sfogato ai microfoni di Repubblica l’ex ministro Fabrizio Barca, assurto agli onori delle cronache per essere finito nel mirino della Zanzara, trasmissione radiofonica cult: “Sono finito in una trappola.”

  

Così l’ex ministro alla coesione territoriale Fabrizio Barca, a Firenze per Eunomia Master, è tornato sulla finta telefonata della trasmissione radiofonica la Zanzara che lo aveva visto al centro delle polemiche per le sue dichiarazioni in merito ad alcune pressioni esercitate nei suoi confronti per convincerlo ad accettare un ruolo nel Governo Renzi.

“Solo il nostro paese può costruire un lungo ragionamento sulla base di una trappola scorretta tesa da uno strano giornalismo”. Smentisce i contenuti della telefonata? “Le discussioni private non sono e non possono diventare oggetto di discussione pubblica”.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.