Europee 2014, senza un Berlusconi la lista di Forza Italia rischia di essere invalidata

famiglia berlusconi europee 2014

C’è il rischio che la lista Forza Italia venga invalidata alle Europee, come riporta Affaritaliani, se non ci sarà un Berlusconi candidato (a causa del cognome dell’ex premier nel simbolo). Ecco perché gli avvocati del leader azzurro spingono perché ci sia uno dei figli in corsa. L’unica possibilista, però, è solo Barbara, anche se non è convinta al 100%. E Silvio non vuole fare pressioni…

 

Santanchè, Gelmini, Galan, BiancofioreAffaritaliani.it ha fatto numerosi tentativi per capire se ci sarà un Berlusconi nelle liste di Forza Italia alle elezioni europee di fine maggio. La risposta è più o meno sempre la stessa: lo spero, ma non sappiamo ancora nulla e non c’è niente di certo. Il nodo centrale – secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it – è la presenza del nome “Berlusconi” sul simbolo, scelta già definitiva e sulla quale non si torna indietro.

Vista l’assenza forzata di Silvio dalle liste, il nome serve per conquistare qualche voto in più (o forse per evitare che troppi se ne vadano). Il problema è che gli avvocati dell’ormai ex Cavaliere stanno spingendo per la presenza di almeno uno dei figli come candidato, in quanto Berlusconi nel logo senza un Berlusconi nelle liste – è la tesi dei legali – potrebbe addirittura portare all’invalidità di Forza Italia e alla sua clamorosa esclusione dall’assegnazione dei seggi per l’Europarlamento.

E quindi? In gioco sono in tre. “Luigi è troppo giovane ed Eleonora è troppo lontana“, spiega ad Affari una fonte azzurra. Marina e Piersilvio pare proprio che non abbiano alcuna intenzione di scendere in campo, nonostante l’appello di Francesca Pascale alla primogenita. L’unica possibilista sarebbe Barbara, ma l’amministratore delegato del Milan non è convinta e starebbe ancora valutando cosa fare. Il padre, Silvio, dal canto suo è molto indeciso. Da un lato vorrebbe avere uno dei figli in lista, anche solo per la presenza del nome (oltre che per rispondere alle preoccupazioni degli avvocati), dall’altro non vuole fare pressioni eccessive su chi ha già un impegno importante in una delle aziende di famiglia.

Il nodo continuerà e non è di facile soluzione. Anche perché senza Silvio e senza uno dei figli il problema è chi mettere come capolista nelle cinque circoscrizioni. Giovanni Toti? All’ex Cav piacerebbe, ma poi chi li sente i colonnelli? Fitto in testa… Ma non solo.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.