Decadenza B., la riunione capigruppo ha deciso: si vota il 27 novembre

decadenza berlusconi si vota il 27 novembre

La conferenza parla anche di voto palese. Sel e Movimento Cinque Stelle: occorre il voto in aula, si potrebbe fare anche prima.

 

Alla fine la conferenza dei capigruppo c’è stata. Anche se non appariva ufficialmente tra gli argomenti all’ordine del giorno del Senato.

Il voto per la decadenza di Berlusconi è previsto mercoledì 27 novembre e avverrà in modo palese. La decisione è stata presa a maggioranza. Una decisione che dovrà essere però sottoposta alla votazione del Senato visto che Sel e Movimento Cinque Stelle si oppongono perché dovrebbe avvenire prima.

“Ma sulla decadenza ha assicurato il capogruppo del Pd Luigi Zanda – si voterà il 27- Nel corso della riunione, e subito prima nella riunione del Consiglio di presidenza del Senato, il Pdl con Maurizio Gasparri ha posto la questione della validità delle decisioni della Giunta per le elezioni.

Lo ha fatto riproponendo la vicenda dei messaggi di Vito Crimi (M5S) nel corso della riunione del 4 ottobre scorso, quella che ha assicurato il parere favorevole della giunta alla decadenza di Berlusconi: “E’ una sorta di pregiudiziale – ha sostenuto Gasparri-  che riproporremo al prossimo Consiglio di presidenza”. Per Zanda invece è tutto regolare : “La questione dei tweet di Crimi dal punto di vista giuridico è inesistente, la riunione della Giunta è valida”.

Noi insisteremo, finché non sarà calendarizzato il voto sulla decadenza di Berlusconi –  lo dichiara Paola Taverna, presidente dei senatori del M5S- Ora vedremo quanto è stabile il governo. Ma questo balletto è una gran presa in giro”.

Sel è contraria – aggiunge Loredana De Petris al Fatto Quotidiano-  alla decisione di fissare al 27 novembre il voto sulla decadenza di Silvio Berlusconi, perché c’era la possibilità di calendarizzarlo alla prossima settimana, riaprendo per una mezza giornata l’Aula, che non è convocata per permettere alle commissioni di lavorare sulla legge di stabilità. Personalmente sono convinta inoltre che neanche il 27 novembre sarà la data finale, perché il Pdl ha sollevato una questione pregiudiziale sulla validità della decisione della giunta, che rischia di allungare i tempi”,

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.