Compravendita senatori, Grasso ribalta il pronostico. Il senato si costituisce parte civile contro B.

grasso ribalta consulta senato parte civile contro berlusconi

Grasso ribalta la decisione del suo Ufficio e decide di costituire il Senato parte civile contro Berlusconi nell’ambito del processo napoletano sulla compravendita dei senatori.

 

 Il senato sarà parte civile contro Silvio Berlusconi. 

L’annuncio è arrivato martedì sera e ha lasciato tutti sorpresi: il Presidente di Palazzo Madama, infatti, ha scelto di ribaltare la decisione del suo ufficio e schierarsi contro l’ex premier nell’ambito del processo sulla compravendita dei senatori.

Quello, per intendersi, nato dalle dichiarazioni dell’ex parlamentare Idv passato tra le fila del Pdl dopo aver ricevuto 3 milioni, al fine di far cadere il governo di Prodi.

 

Il procedimento napoletano vede come imputato Berlusconi e, ora, contro di lui, a sorpresa vi è anche il Senato. 

“A sorpresa” poiché, qualche settimana fa, Grasso aveva chiesto un parere consultivo all’Ufficio di Presidenza e il responso è giunto martedì: otto voti favorevoli, dieci contrari. 

Tra coloro che volevano che il Senato si costituisse parte civile c’era il Pd, il M5s, Sel e Autonomie. Forza Italia, Nuovo Centrodestra, Lega Nord, Scelta Civica, Popolari e Gal. Una maggioranza che aveva fatto sì che in molti si dicessero certi della decisione che avrebbe preso il Presidente. 

Così non è stato e Grasso, ribaltando la decisione del suo ufficio, ha scelto di costituirsi. “Ne va della dignità dell’istituzione”, ha semplicemente chiarito.

 

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.