Compravendita Senatori, B. nuovamente indagato. “Da uno come lui non può sorprendere”

compravendita senatori berlusconi indagato di nuovo

Il sindaco di Firenze: «Con tutte le critiche che gli si possono fare in questo è molto trasparente». Il ministro: coniugare difesa e tenuta.

 

Silvio Berlusconi implicato nella presunta compravendita di senatori non può sorprendere. Parola di Matteo Renzi, che ribadisce al contempo di essere “totalmente altro” dall’ex premier.  

“Sono vent’anni -ha detto il sindaco di Firenze, candidato alla leadership del Pd parlando a Radio Dee Jay- che non parliamo altro che di Berlusconi. Chi è, lo sappiamo. Non possiamo dire che da lui non ci aspettavamo che finisse implicato in vicende di questo genere. Con tutte le critiche che gli si può fare -ha continuato Renzi- Berlusconi è uno, da questo punto di vista, molto trasparente, è molto chiaro nel suo modo di fare. E’ il motivo per cui io mai l’ho votato e mai lo voterei. Berlusconi -ha concluso Renzi- è totalmente altro da uno come me.”

«Quando uno esce salvo da un agguato si sente più vivo e più forte». Così Gaetano Quagliariello, ministro per le Riforme, ai microfoni di Agorà (Rai3) ha commentato la scelta degli 11 senatori del Pdl che ieri si sono astenuti dal voto sul ddl costituzionale. Il ministro ha aggiunto che Berlusconi va difeso, ma non a scapito del Paese che ora «non si può permettere una crisi di Governo». 

Intervistato a proposito delle tensioni interne al partito, create dalla nota dei 24 senatori che hanno preso le difese del governo e dei ministri Pdl, Quagliariello ha osservato: «Abbiamo assistito a uno spettacolo che politicamente non è il massimo. C’è un confronto nel partito e una linea politica che va fissata, sulla base della quale ognuno assumerà le proprie decisioni». 

«Penso ci sia stata in Italia una persecuzione giudiziaria nei confronti di Berlusconi, che credo vada difeso. La sua difesa va coniugata con ciò che serve al Paese, che in questo momento non si può permettere una crisi di governo», ha concluso. 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.