Alfano fa lo scissionista e Panorama prepara l’inchiesta su di lui. Arriva la giustizia a orologeria

metodo boffo anche contro Alfano

Dopo la Cancellieri anche Angelino Alfano lancia l’allarme. Metodo Boffo usato contro di me: Mulè (direttore di Panorama): “Sono inchieste non dossier”.

 

“Il metodo Boffo è messo in conto, se dissentiremo ne saremo probabilmente vittime, ma non abbiamo paura” le parole di Angelino Alfano, intervistato da Maria Latella su Skytg24, davano già da domenica la misura il clima da big bang, nonostante gli ultimi tentativi di mediazione, che si sta respirando in queste ore dentro il Pdl.

Tra polemiche sui numeri a colpi di tweet (noi siamo di più, voi non sapete quanti siamo noi) e guerre ornitologiche (falchi, falchetti e colombe), uno dei veri incubi del vicepremier ma di tutta la componente dei cosiddetti traditori, è che i giornali di berlusconiana matrice mettano in piedi il cosiddetto metodo Boffo: scavo nel tuo privato e costruisco lo scandalo per costringerti a risponderne di fronte all’opinione pubblica.

Dopo Fini (ricordate il caso della casa di Montecarlo?) potrebbe essere il turno di Angelino Alfano. A scoprirlo è stato il vicepremier stesso; da un amico fidato ha saputo che un giornalista di Panorama era a caccia di indizi sulla sua vita privata. E dunque ora la domanda è: che cosa sta cercando il settimanale della Mondadori? Quali scandali? Quali pericolosi retroscena sulla vita del (ormai ex) delfino del Cav?

“Mai fatto dossier contro nessuno – risponde al Messaggero il direttore del Giorgio Mulè – quello che ho chiesto di fare a due bravi cronisti è preparare due ritratti, uno di Alfano l’altro di Fitto in vista del consiglio nazionale di sabato”. Respinta ogni accusa di dossieraggio dunque: “Quando sento qualcuno (il riferimento è al ministro degli interni, ndr) di questi signori dire che Berlusconi sguinzaglia noi giornalisti come fossimo killer, lo ritengo inaccettabile, falso e inquietante”.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.