L’ITALIA CHE FUNZIONA/ Ecco le 100 eccellenze che tutti ci invidiano

Scritto da Viviana Pizzi |
Pubblicato Sabato, 19 Gennaio 2013 10:09

Regno della malapolitica, del malaffare, delle mafie e dei disservizi. Tutto sembra andare male. Ma non è così. Lo dimostra il terzo rapporto Eurispes sull’Italia che funziona, sulle cento eccellenze che il mondo ci invidia, nel pubblico e nel privato. E una delle regioni con più eccellenze è il piccolo Molise, che porta in classifica quattro privati conosciuti e stimati in tutto il mondo. Come dire: il genio italico è tale perché riesce a superare le distanze – territoriali, burocratiche, fiscali, economiche – e a farsi valere, nonostante gli impedimenti di uno Stato spesso non all’altezza. Ma andiamo a conoscere più da vicino le nostre eccellenze.

 

di Viviana Pizzi

I CRITERI DI SELEZIONE

Innanzitutto si devono rispettare le regole. Bisogna pagare regolarmente le tasse, creare occupazione e produrre buoni fatturati.

Si va ancora meglio quando si riesce bene a esportare i propri prodotti dando un’immagine positiva dell’Italia nel mondo.

Nell’ambito di queste eccellenze la classe dirigente generale e la politica in particolare si devono assolutamente occupare di raccogliere e valorizzare le idee, le esperienze e le potenzialità che la società riesce ad esprimere spesso anche facendo un po’ di sana confusione.

Il compito più difficile, per chi va a meritare queste eccellenze, è quello di elaborare progetti e strategie ma soprattutto immaginare e disegnare il futuro dell’Italia che, nonostante questi buoni esempi, resta comunque un Paese in crisi.

 

COME SI SUDDIVIDONO LE ECCELLENZE: IL PRIVATO SUPERA IL PUBBLICO

Se fosse una partita di basket si potrebbe dire che il settore privato batte il pubblico 56 a 44. Tutto questo significa che sono 56 le imprese private inserite nell’eccellenza contro le 44 tra istituzioni enti e associazioni. Vince il settore manifatturiero con 20 aziende inserite nelle cento realtà più funzionanti d’Italia. Il settore alimentari e bevande arriva a 9 mentre le industrie tessili e dell’abbigliamento raggiungono quota 5.

Oltre a una suddivisione per materia esiste anche una per provenienza geografica. La medaglia d’oro in questo caso spetta al Lazio con 12 imprese, seguita dal Veneto con 8 e dalla Lombardia con 7. Nel caso dei successi istituzionali nuova medaglia d’oro al Lazio con 23 casi di successo. Questo risultato però arriva perché a Roma il numero di soggetti pubblici presenti è nettamente superiore a quello delle altre città d’Italia.

 

LE AZIENDE PRIVATE: SPICCANO LE FAMOSE AVERNA, ANTICA GELATERIA DEL CORSO E PAGLIERI

Tra famose e meno famose queste sono solo alcune delle aziende private note per la loro eccellenza.

Chi tra gli italiani può dimenticare la parmense Antica Gelateria del Corso? Dagli anni 80 è una delle marche strategiche nel gelato per il gruppo Nestlè. La peculiarità che l’ha resa ancora più famosa è l’autorizzazione da parte del Ministero della Sanità a produrre gelati per celiaci.

Nel 1973 nasce anche la BMC Air Filter che vede la luce come importatore e distributore per l’Italia dei kit dello specialista giapponese Yoshimura. Dal 1995, si specializza nella produzione di filtri aria sportivi per i più prestigiosi Team di Formula 1 e American Le Mans Series, come Ferrari, Toyota, Williams BMW, Porsche e Audi. Anche l’azienda di calzature  Cafènoir è tra le eccellenze italiane. Dal 1992  si occupa del design e della commercializzazione di calzature per uomo e donna e di accessori moda, caratterizzati da una manifattura artigianale e di pregio e ha circa 1.000 clienti distribuiti nei principali paesi europei.

L’artigianato ha la sua massima espressione con  Chantcler che nasce nel 1947 come la prima maison di alta gioielleria presente nell’isola di Capri: conserva, da allora, il carattere artigianale, preferendo realizzare creazioni uniche piuttosto che gioielli in serie. Nel 2007, raggiunge un fatturato di 22.277.000,00 euro, penetrando, negli ultimi tre anni, nel mercato nazionale ed estero.

Medaglia d’oro per longevità alle Coltellerie Paolucci della molisana Frosolone. E’ infatti dal 1791 nasce, che l’omonima famiglia vive per  la lavorazione dell’acciaio, delle forbici e dei coltelli. Negli ultimi decenni, l’azienda ha raggiunto notevoli traguardi grazie all’integrazione delle tecniche industriali moderne e all’innovazione di prodotto e di processo.

L’Italia è da sempre culla di scrittori e poeti. E da oggi anche di aziende editoriali capaci di conquistarsi una giusta vetrina.  

Tra le eccellenze la Eura Editoriale. La Casa Editrice romana nasce, nel 1974, per offrire al pubblico italiano il grande fumetto d’autore e d’avventura. Fino ad oggi ha pubblicato circa quarantamila storie pubblicate, i grandi autori stranieri intercettati e i nuovi talenti italiani scovati sono il patrimonio della casa editrice che, negli anni, è riuscita a conquistare una platea di lettori diversificata, soprattutto italiana.

Non è la sola perché anche la casa editrice Il Mulino istituita nel 1954 ottiene l’eccellenza.  Nel solo 2007 ha pubblicato 53 riviste e 378 nuovi volumi nell’ambito di numerose aree, realizzando un fatturato netto di 13,5 milioni di euro, con un fatturato a prezzo di copertina dei volumi di 18,8 milioni di euro.

Nel nostro viaggio ci imbattiamo anche nel Gruppo Averna. I titolari grazie alla dedizione di ben cinque generazioni che hanno saputo custodire e tramandare gli antichi sapori della terra di Sicilia. Il portafoglio dei prodotti racchiude una vasta gamma di liquori e distillati, distribuiti in circa cinquanta paesi del mondo con una quota export pari al 20% sul totale della produzione.

Dai liquori alla moda il passo è breve.

Si arriva così alI’IT Holding leader nel settore di accessori e moda di alta qualità.  La società controlla e coordina un gruppo di aziende che disegna, produce e distribuisce prodotti di marchi di proprietà di IT Holding, quali Gianfranco Ferrè, Malo e Extè, e marchi in licenza, come Versace Jeans Couture, Versace Sport, Just Cavalli, C’N’C Costume National e Galliano. Raggiunta la notorietà nel 2007, ha chiuso l’anno con un fatturato pari a 635,9 milioni di euro. Non esiste moda senza igiene intima.

E anche qui l’Italia viene invidiata per il marchio Paglieri. Da centotrenta anni l’azienda si è specializzata nel settore del Personal Care principalmente con i marchi Felce Azzurra, Felce Azzurra Natura, Cléo e Labrosan. Dal 2002, il portafoglio prodotti si è ampliato con la creazione di una linea di detergenza per il bucato e una di profumatori per l’ambiente. Presente in cinquanta paesi, lo stabilimento di produzione è ad Alessandria e vanta, nel 2007, un fatturato pari a 87milioni di euro.

 

TRA LE ECCELLENZE ANCHE DUE BANCHE

litalia_che_funzionaHanno meritato il titolo di eccellenza anche due istituti di credito italiani. Il primo è la Banca di Sassari che si distingue per attenzione al risparmio, trasparenza e rapidità nelle risposta. Fondata nel 1888 a Sassari ora fa parte dal 2001 del Gruppo Bancario Banca Popolare dell’Emilia Romagna.  Punti di eccellenza l’utilizzo dei moderni sistemi di pagamento elettronici, i Pos, e l’attività di consumer finance, a fianco della tradizionale attività di intermediazione.

C’è poi anche il Gruppo Veneto Banca. Nato nel 2000 nel trevigiano, il Gruppo è una delle prime 20 realtà bancarie italiane. L’istituto affianca alla propria rete di sportelli nuovi servizi di e-banking, sviluppando negli anni piattaforme efficienti e sicure. Oltre ad aver strutturato una rete di promotori finanziari denominata Claris Net, ha acquisito numerose partecipazioni, tra cui nella compagnia assicurativa Uniqa Previdenza del gruppo austriaco Uniqa. 

 

LE ISTITUZIONI, GLI ENTI E LE ASSOCIAZIONI: UN VIAGGIO NEL PUBBLICO CHE FUNZIONA

Il viaggio si sposta ora nel settore pubblico.

Tra le associazioni eccellenti le ACLI-Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani che contano  in Italia, 8.000 strutture territoriali e più di 3 milioni e mezzo di utenti raggiunti dai diversi servizi ogni anno.

A livello cattolico si distingue anche la Pontificia Fonderia Marinelli. È proprio ad Agnone nel Molise che vengono realizzate campane per le chiese più prestigiose del mondo. Tra le tante campane realizzate, merita di essere menzionata la Grande Campana del Giubileo, benedetta da Papa Giovanni Paolo II nel 2000.

Nel pubblico si distingue  anche l’Agenzia delle Entrate Ufficio Locale Roma 1. Grazie ai risultati ottenuti nel 2007, l’Agenzia può essere considerata uno degli uffici più competitivi a livello nazionale, sia dal punto di vista della lotta all’evasione che nella fase del contenzioso.

A Napoli si fa riconoscere anche l’Archivio Storico Enel che è uno strumento attivo per tutelare e valorizzare il patrimonio storico e archivistico dell’industria elettrica italiana e per testimoniare il percorso economico e civile compiuto da Enel e dall’Italia.

Sempre  nel capoluogo campano si distingue anche la  Città della Scienza. Si tratta di un soggetto unico nel panorama europeo che integra un Science Centre, un Business Innovation Centre, un Centro per l’Alta Formazione e l’Orientamento Professionale e un ampio Spazio per Eventi Congressi.

A livello economico si distingue il Centro Studi Internazionali (Ce.S.I.) nato nel 2004 per analizzare il contesto e lo sviluppo delle crisi internazionali e i rispettivi aggiornamenti su tutte le principali aree di crisi, specialmente se di diretto interesse per l’Italia (o se si prevede che lo possano diventare).

C’è anche il servizio di Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro di Taranto (Spesal) istituito nel 1985 per assistere i lavoratori. Il Servizio si occupa di individuare misure idonee all’eliminazione dei fattori di rischio infortunistici, a risanare gli ambienti di lavoro e a tutelare la salute dei lavoratori. Importante il protocollo firmato, nel 2007, per la costituzione del primo Nucleo Operativo Integrato (N.O.I.) di prevenzione e vigilanza presente sul territorio nazionale per diminuire il tasso di infortuni all’interno dello stabilimento Ilva.

 

LA BUONA SANITÀ CHE PASSA PER LA RICERCA

Premiato come eccellenza l’istituto di Ricovero a cura e carattere scientifico del San Raffaele Pisana di Roma. L’Istituto ha rivoluzionato l’approccio alla riabilitazione in tutti i suoi aspetti: neuromotorio, cardiovascolare, respiratorio, otorinolaringoiatrico e geriatrico.

Nel campo della ricerca e delle neuroscienze si è fatto strada anche l’Istituto Neurologico Mediterrano meglio conosciuto come Neuromed. L’istituto con sede a Pozzilli, in provincia di Isernia, studia le Neuroscienze e cura le malattie del Sistema Nervoso Centrale e Periferico. L’Istituto offre assistenza sanitaria, ospedaliera ed ambulatoriale; si dedica alla ricerca di base, clinica e traslazionale. Svolge, inoltre, dal 2004, attività didattica e formativa in convenzione con l’Università "La Sapienza" di Roma.

Di ricerca si occupa anche l’Associazione Italiani Celiachia che dal 1979 opera per migliorare la vita sociale e lo stile dei celiaci. Tra i risultati conseguiti: la distribuzione gratuita dei prodotti dietoterapeutici senza glutine, la realizzazione del progetto "Marchio spiga sbarrata", la realizzazione del Registro nazionale del Ministero della Salute-alimenti senza glutine, la pubblicazione del Prontuario degli alimenti senza glutine, la realizzazione del progetto alimentazione fuori casa.

 

E IN ITALIA CI INVIDIANO ANCHE LE ATTIVITA’ DI INDAGINI E DI CONTROLLO

Partiamo dal Centro nazionale di informazione sulle manifestazioni sportive che è nato negli anni '90 in seguito al grave fenomeno della violenza negli stadi. Dal 2002, fa parte di una rete europea di cooperazione Internazionale di Polizia e si occupa di monitorare le tifoserie in occasione dello svolgimento di competizioni sportive nazionali ed internazionali per prevenire e contrastare il fenomeno della violenza.

Tra le eccellenze investigative la Direzione centrale anticrimine di servizio di polizia scientifica strutturato in 4 divisioni e si occupa istituzionalmente sia di attività preventiva sia di attività di Polizia Giudiziaria. Tra i servizi informatici in uso: Unità per l’Analisi del Crimine Violento, Laboratorio Ri.Tri.Dec-Settore rilievo e Ricostruzione 3D, Il sistema A.F.I.S del Casellario Centrale d’Identità, il Permesso di Soggiorno Elettronico.

Nelle eccellenze anche la lotta antimafia con l’associazione Libera che nasce nel 1995, per coordinare e sollecitare l’impegno della società civile contro la criminalità organizzata. Attraverso opere di sensibilizzazione e formazione, Libera è un punto di riferimento per la società civile, il mondo politico e imprenditoriale nella conoscenza dei diversi fenomeni mafiosi e nel loro contrasto.

Si distingue anche il  Servizio Aeronavale della Guardia di Finanza che ha da poco ridisegnato l'assetto del proprio comparto e il piano di Innovazione delle Fiamme Gialle.  Da sempre attenta alle procedure informatiche per la gestione delle attività operative e di funzionamento, la Guardia di Finanza ha ripensato complessivamente l’architettura dei sistemi informativi.

Buona investigazione arriva anche dai Nas istituiti nel 1962  per controllare le sofisticazioni alimentari. Si occupano di rilevare le cosiddette "anomalie di sistema", di analizzare, in chiave strategico-operativa, l’andamento dei fenomeni illeciti e di perseguire le varie forme di criminalità alimentare e farmaceutica e fornire al Ministro della Salute aggiornati elementi di valutazione.

Anche una procura italiana, quella di Bolzano, contribuisce alla cosiddetta “buona giustizia” . Lo ha fatto modificando i processi lavorativi e snellito la macchina burocratica per adeguarla ai tempi e alle esigenze dei cittadini. È stato, infatti, il primo Ufficio giudiziario a presentare al pubblico la propria "Carta dei Servizi", a pubblicare il Bilancio Sociale e ad abbattere, in termini strutturali, le spese di giustizia di oltre il 65%.

 

LA BUONA CULTURA: DA RAI CINEMA A UMBRIA JAZZ

Un bel viaggio non può non terminare con la cultura. Chi la preserva bene è certamente Rai Cinema. L’azienda pubblica è nata nel 2000 e  assicura la copertura del fabbisogno di palinsesto Rai e di investire nella produzione cinematografica italiana ed europea. Dal 2001, ha prodotto più di 80 pere prime e seconde, dal 2000 al 2008 ha finanziato 202 film per un investimento complessivo di oltre 271 milioni di euro.

C’è poi il Teatro Argentina di Roma inaugurato nel 1732, offre il massimo pluralismo artistico e culturale: dallo spettacolo classico alla sperimentazione, al melodramma, alla danza, alle cerimonie ufficiali delle principali Istituzioni statali, regionali, provinciali e comunali ai convegni internazionali di studio.

E per finire la buona musica prodotta dall’associazione Umbria Jazz che dà il nome all’omonima manifestazione. Grazie al suo lavoro dal 1973 il jazz entra nella piazza dell’Umbria e soprattutto  di Perugia.  

Musica di alto livello anche dalla Fondazione Fabrizio De Andrè persegue, esclusivamente, finalità di solidarietà sociale allo scopo di diffondere la conoscenza del pensiero, dell’opera e della vita del cantautore genovese.

Un’Italia bella e invidiabile, tutta da scoprire. Soprattutto da chi associa il Belpaese soltanto agli aspetti negativi.

Segui l'Infiltrato

LA TUA COMMUNITY
segui l'Infiltrato
I PI CLICCATI SU INFILTRATO.IT