SPRECHI IN MOLISE/ Misure anti-crisi? Si va nello spazio!

Quando la disoccupazione aumenta vorticosamente (e in particolare quella giovanile), quando la crisi si fa più dura, quando la povertà aumenta e sempre più famiglie sono costrette a chiedere aiuto persino per mangiare, quando il cittadino ha estremo bisogno che le istituzioni facciano davvero qualcosa di concreto, cosa riescono ad inventarsi quei buontemponi molisani? Star Trek è la risposta, si va nello spazio.

deep_space_homerChe in teoria non sarebbe neanche una cattiva idea, ma in una regione dove l’agricoltura e lo sviluppo del territorio giocano ancora un ruolo fondamentale, dove le eccellenze industriali sono pressocchè inesistenti e quelle che c’erano hanno chiuso i battenti, dove il tasso di alfabetizzazione è uno dei più bassi d’Italia, in una regione come il Molise l’invenzione del Consorzio Geosat Molise sembra l’ennesima malsana idea per gettare alle ortiche soldi pubblici e creare nuovi meccanismi clientelari.

Sembra così surreale l’idea di un Molise spaziale? Certo che lo sembra, ma la realtà spesso supera la fantasia…

 

 

Molise: 20 milioni di euro per le tecnologie geospaziali – di Warrant Group


Coniugare ricerca scientifica e sviluppo del territorio, con questo obiettivo la Regione ha dato vita al Consorzio GEOSAT Molise, insieme all’Agenzia Spaziale Italiana, all’Università del Molise e a Telespazio S.p.A. Il progetto tiene conto delle linee guida europee in materia di innovazione e alta tecnologia ed ha il fine di realizzare una struttura scientifico-tecnologica specializzata nel settore geospaziale che generi applicativi interessanti per il mercato globale.

L’iniziativa è finanziata per 9 milioni di euro per parte privata, da Telespazio, società selezionata mediante una gara pubblica, e per 11 milioni di euro per parte pubblica, di cui 3 milioni dalla Regione e 8 dal Ministero dell’Università e Ricerca.

Inoltre il Consorzio è diventato partner di un progetto europeo per il controllo nel settore del trasporto nell’ambito del Settimo Programma Quadro, da cui potrebbero derivare ulteriori finanziamenti, mentre la Regione Molise fa parte della rete europea NEREUS che riunisce le Regioni attive nel campo geospaziale.

Collaborazioni significative, come lo sono quelle attivate tra i diversi attori regionali interessati al settore perché, come spiega la Presidente del Consorzio Geosat, Nelida Ancora, “lavorare in sinergia con altre strutture presenti sul territorio consente di realizzare progettazioni che possono attirare finanziamenti aggiuntivi provenienti direttamente dalla UE”.

Il ruolo di questo progetto è però anche quello di sostenere “gli attori scientifici e creare crescita occupazione sul territorio”, come evidenziato dal Presidente della Regione Iorio, durante il dibattito sul tema “Spazio, innovazione e sviluppo regionale”, organizzato l’11 marzo scorso presso l’Incubatore d’impresa di Campochiaro.
In questa occasione il Governatore ha annunciato la prossima emanazione di un bando per l’occupazione di 60 giovani professionisti qualificati nel settore geospaziale.

 

Tratto da Wnews.warrantgroup.it


Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.