Sesso matto in Molise: parking sex, cuckold e mistress

Seconda puntata di una mini inchiesta su sesso e trasgressione in Molise: parking sex, cuckold e mistress.

Ieri abbiamo pubblicato la prima puntata di “Sesso e Trasgressione in Molise“, oggi entriamo più nei dettagli…piccanti ovviamente!

Partiamo dal parking sex , uno dei metodi più diffusi dai nostri corregionali per dare sfogo alle fantasie più estreme. Ci si incontra in luoghi prestabiliti, all’aperto, dove innocue coppiette decidono di aprirsi a scambi eterogenei che non prevedono altri requisiti che la disponibilità, la riservatezza e la capacità di reggere per più di 10 minuti di fronte a gruppi di guardoni. Sembra facile, ma non lo è affatto.

Infiltrato.it è riuscito ad incontrare un singolo che partecipa a queste notti di luna piena, un aficionado esperto e insospettabile. Marco, così ha detto di chiamarsi anche se è lecito dubitare, ha 38 anni, è un libero professionista, vive in Molise, viaggia per lavoro e coltiva l’hobby – se così si può chiamare – di fare sesso con sconosciuti.

Sei sicuro che la tua donna non finga gli orgasmi?” attacca cercando di spiazzarmi, “lo sai che tantissime persone, uomini e donne, si masturbano allegramente ma negano di farlo?“, continua con fare deciso e sicuro di chi la sa lunga. “Io cerco solamente di divertirmi e soddisfare le fantasie che ho in testa. Mi piace possedere la donna di un altro e farlo mentre il cuckold ci guarda“.

Per la cronaca, il cuckold sarebbe la definizione politicamente corretta di un cornuto che si eccita guardando la moglie/compagna tra le braccia di un altro.

SEX_ADD_2Marco è loquace, fin troppo, scende in dettagli che qualcuno – non noi – potrebbe trovare di cattivo gusto, ma si fida e decide di svelarci l’arcano: dove? Dove si nascondono i parking sex molisani?

In regione se ne contano più o meno 5: uno in provincia di Isernia, lungo la strada che unisce Roccaraso a Venafro (ci chiede di non rivelare l’esatta ubicazione e noi rispettiamo questa richiesta, ndr), e 4 nel Basso Molise, lungo la costa che va da Campomarino Lido fino al confine con l’Abruzzo, nella zona di Marina di Vasto“.

Sarà l’aria di mare che rende frizzante l’atmosfera basso-molisana, sarà che il turismo ha portato un’apertura mentale diversa rispetto alle zone più interne, fatto sta che anche Milly (nome d’arte) è originaria di quelle parti. “Di Campomarino“, si affretta a precisare senza alcun timore.

Milly è una mistress, una dominatrice di uomini che ricercano il piacere nel dolore loro inflitto da una donna autoritaria e superba. “Nel sesso ci vuole fantasia e disponibilità, i giochi di ruolo che propongo ai miei slave variano d’intensità in base al soggetto che ho di fronte ed alla sua resistenza al dolore. Ma molti mi richiedono semplicemente sottomissione cerebrale, come un’adorazione piedi o un travestimento.

Perchè qualcuno dovrebbe farsi picchiare o frustrare o maltrattare al solo scopo di provare un’erezione? E cosa sente Milly in quei momenti?

Domani la terza puntata….

SULLO STESSO ARGOMENTO

La trasgressione in Molise: è Sesso Matto

SessoMatto in Molise: parla Milly, mistress dominatrice di uomini

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.