SCANDALO TRENITALIA/ La proposta dell’OML:”Un treno di….Vaffanculo”

di Redazione Infiltrato.it

Ieri abbiamo documentato, con un video in presa diretta e un articolo dettagliato, quanto succede sulla tratta ferroviaria Campobasso-Roma, “un viaggio della speranza” carico di disagi e disservizi. “Meno male non c’erano bambini”. “Prossima fermata: Auschwitz!”. Questi alcuni commenti di passeggeri a dir poco incazzati. Le tragedie del passato, su tutte l’incidente di Roccasecca che costò la vita a due molisani, Antonio Vallillo, di Ferrazzano e Francesco Martino di Isernia, non hanno insegnato nulla. L’assessorato ai Trasporti del Molise, guidato da Luigi Velardi, continua a promettere e mai mantenere. E allora ecco arrivare la proposta choc dell’Osservatorio Molisano sulla Legalità:”Un treno di…Vaffanculo!“.

Minuetto_trenitaliaIl Presidente dell’O.M.L., Nicola Frenza, ci scrive una e-mail, pubblicata anche sul sito oml2010.blogspot.com, che riportiamo di seguito.


“Propongo di organizzare gruppi di volontari che quotidianamentee fino a quando sicurezza, legalità e diritto non saranno ripristinati sull’intera rete ferroviaria regionalemanifesteranno presso:

1- l’ufficio dell’A.D. delle Ferrovie “italiane”;

2- l’Assessorato ai Trasporti della Regione Molise.

Per aderire all’iniziativa “UN TRENO DI…VAFFANCULO” scrivi a segreteria@osservatoriolegalita.it .”

 

Bando alle ciance, sembra dire Frenza con una provocazione diretta ed esaustiva, ora è il momento di affermare una volta per tutte il diritto alla sicurezza e alla legalità, che un carro bestiamo – altro che treno passeggeri – non può in alcun modo garantire. Pensate se ci fossero stati dei disabili, o delle donne gravide, o degli anziani, o ancora dei bambini. Pensate a quali tragedie sarebbero potute succedere. Oppure provate a rispondere a questa domanda: che differenza c’è tra pagare per un disservizio e un furto di Stato?

E ancora: non vi sembra assurdo che – a fronte di un simile disservizio – la Regione Molise (cioè i contribuenti, cioè tutti i cittadini molisani…) siano obbligati a pagare “ben 17 milioni di euro l’anno alle FS, come previsto dal Contratto di Servizio 2008-2014 tra Regione Molise e Trenitalia”?

Secondo quanto ricordato dal Consigliere Regionale Michele Petraroia, “Trenitalia avrebbe messo a disposizione sulla linea due nuovi locomotori nel periodo giugno-dicembre 2010,  e alla Regione Molise sarebbero stati destinati parte dei finanziamenti nazionali di 415 milioni di euro per la sostituzione del materiale rotabile per migliorare il collegamento.”

Domanda: questi impegni sono stati mantenuti? Certo che no. Nessuno….

Nel reportage pubblicato ieri, il nostro Carmine Gazzanni scriveva che “i problemi, com’è evidente, sono molti. E gravosi. Ma nessuno, però, sembra interessarsene. Né Michele Iorio, né nessuno dei suoi assessori, a cominciare da Luigi Velardi che detiene proprio la delega ai trasporti. Sarebbe molto interessante sapere se qualcuno mai di questi Signori abbia mai viaggiato in condizioni del genere. Difficile, però. Non tutti hanno la fortuna di godere di un auto blu senza che ce ne sia alcun effettivo motivo.”

Come dargli torto. Confidiamo quindi nell’iniziativa dell’Osservatorio Molisano della Legalità, sperando che almeno quel “treno di…vaffanculo” sia meno scomodo del Minuetto.

LEGGI ANCHE

GUARDA IL VIDEO

8 gennaio 2012. Sul treno Campobasso-Roma

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.