MOLISE/ Ecco la sentenza del Consiglio di Stato: “Regionali 2011 annullate, si torni al voto.”

Dopo 13 giorni di agonia, il Consiglio di Stato ha emesso la sua sentenza in merito alle elezioni regionali del 2011. Risultato: anche il Molise, così come Lombardia e Lazio, dovrà ritornare alle urne. I cittadini molisani, che dodici mesi fa portarono per la terza volta Michele Iorio alla Presidenza della Regione, oggi scoprono di aver votato inutilmente, in una tornata elettorale inquinata da “insanabili vizi di forma“. Entra e leggi il testo integrale della sentenza.

 

di Andrea Succi e Viviana Pizzi

consiglio-di-stato_roma_elezioni_moliseDal 16 ottobre 2012 al 29 ottobre 2012. 13 giorni.

Tanto è passato dal giorno della discussione al giorno del giudizio. Risultato? Il Molise torna alle urne, senza se e senza ma. 

La 5^ Sezione del Consiglio di Stato, con sentenza n° 4704/2012, ha rigettato il ricorso del centrodestra contro il verdetto del Tar Molise, confermando in sostanza la delibera di annullamento delle regionali molisane del 2011. 

{module Inchieste integrato adsense}

Da una parte il centrosinistra, con i nove appellati a favore di Paolo Di Laura Frattura – nell’ordine Contucci Simona, Di Biase Francesco, Di Giglio Michele, Di Gregorio Giuseppe, Ferrazzano Pietro, Manes Costantino, Mastrogiorgio Fernando, Mogavero Mariolga e Pettirossi Nicola – difesi dagli avvocati Angelo Clarizia, Giuliano Di Pardo, Salvatore Di Pardo; dall’altra il centrodestra guidato da Angelo Michele Iorio e difeso dagli avvocati Michele Briamonte, Vincenzo Colalillo, Enrico Follieri, Filippo Lubrano, Enrico Lubrano, Enzo Maria Marenghi, Michele Marone.

La vittoria è tutta di Frattura, del suo staff e dello Studio Legale Di Pardo, che hanno combattuto strenuamente – e spesso in solitaria – questa lunga battaglia. Chi la dura la vince, direbbe qualcuno.

SCARICA LA SENTENZA INTEGRALE IN PDF  – CLICCA QUI

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.