ELEZIONI CAMPOBASSO/ Mi candido alle provinciali pur avendo 18 anni (ed un mese)

Mi candido alle provinciali pur avendo 18 anni e un mese. Ho aggiunto il ”pur” perchè l’essere giovane sembra quasi una pecca, quasi una vergogna, di questi tempi. Ma proprio per questo ho deciso di accettare quest’esperienza vedendola  come una sfida: sfidare la vecchia politica perchè sono giovane.

di Giada Reale

giada_realeUltimamente parecchie persone mi fermano per strada e mi chiedono: ”Io ti vorrei votare ma.. hai 18 anni, cosa puoi fare per ME? Come MI puoi aiutare?” Ecco, ora è ovvio che qualcuno obietta sulla mia età e sulla mia inesperienza.. ma credo sia proprio questo il valore aggiunto.

Il problema di noi molisani è che abbiamo una concezione completamente alienata della politica: USIAMO LA POLITICA PER OTTENERE CIò CHE IL DIRITTO NON CI Dà.

Riprendo un concetto molto semplice di Roberto Saviano, espresso nel suo ultimo libro ”Vieni via con me”:

”Se non hai un lavoro, cerchi di ottenerlo votando quel politico; se non hai un buon letto in ospedale, cerchi di votare il consigliere provinciale che ti farà il favore di procurartelo. E’ questo che rischia di diventare la politica quando non c’è partecipazione di tutti : non più rispetto e applicazione dei diritti fondamentali, ma semplice scambio.”

Quello che si fatica a comprendere è che tutto questo  sembra conveniente. All’apparenza è così, ma in realtà non lo è. Perché il politico che ti promette favori, mentre ti dà una cosa, ti toglie tutto il resto.  Ti toglie la possibilità di respirare aria sana, ti toglie il LAVORO CHE MERITI SE TU SEI CAPACE.

Questa è la concezione di politica che bisogna sconfiggere.

Non dovete vedere in me la ragazzina inesperta ma la rappresentante di un corposo gruppo di giovani che non accetta più questa politica di scambi e di favori. Sono stufa di affidare il mio futuro a gente che mi avvelena, non solo nel senso più concreto, ma soprattutto nei miei sogni.

Io vorrei semplicemente far miei gli ideali e i principi di tutti, senza alcun interesse personale.

Vorrei che la gente si fermasse un attimo e riflettesse su ciò che sta accadendo: burattini manovrati dalle solite mani, dalle solite fila; sempre le  maschere di sempre, che entrano in gioco in un determinato momento e poi spariscono nei loro affari.

Noi dobbiamo pensare che LA POLITICA SIAMO NOI, TUTTI!! Non solo un’élite da preservare!

Basta clientelismo e corruzione, basta affidare il nostro futuro a chi concepisce le nostre vite come macchine per far soldi.

Si sta alzando un vento nuovo, cerchiamo tutti insieme di soffiare a suo favore affinchè la vecchia politica senile e maschilista possa essere, finalmente, spazzata via!

 

”Se i giovani si organizzano, si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi, non c’è scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull’ingiustizia.” Enrico Berlinguer


Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.