La satira investe nella ricostruzione: 1000 euro al vincitore

E’ un obbligo morale segnalarvi le varie iniziative benefiche che nascono nel mondo del fumetto. Tra le ultime segnalazioni spicca quella che ci indica la mostra-conconcorso La Satira Investe nella Ricostruzione. Provate ad inviare le vostre opere (avete tempo fino al 30 giugno) per partecipare a questo progetto che mira ad agevolare la vita di chi soffre tutt’ora per le conseguenze del terribile terremoto avvenuto a L’Aquila e non solo.

di Marte – Comicsblog.it

satiraInfatti l’Osservatorio permanente sul dopo sisma (www.osservatoriosuldoposisma.com – cliccate qui per scaricare il bando) e la Fondazione MIdA, invita vignettisti e illustratori ad esprimersi sulla gestione dei fondi stanziati per le ricostruzioni seguite agli eventi sismici italiani degli ultimi 30 anni: dal terremoto dell’Irpinia a quello de L’Aquila. I vignettisti ed autori vari daranno vita ad un’esposizione itinerante che attraverserà alcuni luoghi topici dei terremoti italiani, dall’Irpinia a L’Aquila, dal Molise all’Umbria.

Segue parte del comunicato stampa che vi consigliamo di leggere con attenzione per poter apprezzare lo sforzo degli organizzatori utile a trasformare la Nona arte in risorsa essenziale per il bene dei più sfortunati: “Una vignetta – nell’intento dei curatori Valentina Del Pizzo e Valerio Calabrese – rappresenterà il terremoto come poche volte è stato fatto: la satira si farà interprete del delicato tema della gestione economica delle emergenze post sisma, attraverso lo strumento principale dei messaggi istituzionali, la moneta corrente, e nella fattispecie, la moneta da 1 euro, metafora dei fondi pubblici, ma anche simbolo della disperazione di chi col malaffare approfitta del disastro. L’iconografia delle monete ha sempre veicolato i messaggi del potere, per questo gli organizzatori hanno chiesto di ribaltare quel messaggio, invitando i vignettisti a ridisegnare i nostri soldi. La satira, così, conierà le monete delle ricostruzioni italiane, per criticarne gli sprechi e la cattiva gestione. A tal fine le illustrazioni saranno collocate all’interno della corona dell’euro, tramite un layout scaricabile dal sito dell’Osservatorio. Una giuria di esperti valuterà le opere pervenute e ne decreterà la migliore premiando l’autore con la somma di 1000 euro”. 

La premiazione avverrà il 25 agosto 2011 a Pertosa (Sa), sede della Fondazione Mida, mentre l’esposizione delle 30 migliori opere si sposterà pochi giorni dopo a L’Aquila e nei mesi successivi a San Giuliano di Puglia. “Riannodare il filo della memoria è uno dei compiti istitutivi dell’Osservatorio permanente sul dopo sisma – precisa Antonello Caporale, giornalista di Repubblica e direttore dell’Osservatorio – ma il bisogno di memoria, l’impellenza del ricordo anche come misura comparativa della qualità del nostro agire quotidiano è tema che coinvolge questo tempo e impone tutti all’impegno della rendicontazione.”

 

Tratto da Comicsblog.it

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.