La Cdo Abruzzo Molise continua la sua attività di lobby

Grazie a Dio, verrebbe da aggiungere, conoscendo le doti divine e a tratti ultraterrene del braccio imprenditoriale di Comunione Liberazione. Poi ci si rende conto che i “caduti nella rete” (definizione coniata dalla stessa Cdo Abruzzo Molise per definire i nuovi soci…) aumentano a dismisura e ci si chiede se e quando il Signore la smetterà di farsi sfruttare impunemente per meri scopi economici…

Abbiamo già parlato della cosidetta Lobby di Dio, in occasione dell’inchiesta Open Gates che vedeva coinvolti grossi nomi di CL Molise e alcune imprese legate alla Cdo locale; abbiamo approfondito la questione raccontando di una lobby sotto inchiesta, a livello nazionale, e di un gruppo di potere che – dietro il crocifisso – nasconde gli affari del diavolo.

I signorotti, trasversali e ignavi, continuano imperterriti nella loro attività di reclutamento. Come?

Ecco svelato l’arcano…


la_lobby_di_dio“C’è tempo fino al 30 gennaio per partecipare al concorso di idee promosso dalla Compagnia delle Opere nazionale e dalla Fondazione Banco Alimentare onlus, e attuato dalla Compagnia delle Opere Abruzzo Molise.

L’iniziativa è rivolta a micro e piccole imprese, associazioni e Fondazioni di ogni categoria del territorio del Cratere per incoraggiare la riattivazione di attività socioeconomiche sospese a causa del sisma, e sostenere la nascita di nuove iniziative.

Partecipare è semplice: micro e piccole imprese, associazioni e fondazioni di ogni categoria operanti nel Cratere potranno inviare progetti socioeconomici seguendo le indicazioni reperibili sul sito www.cdoabruzzomolise.it.

Le idee inviate saranno analizzate entro il 15 marzo 2011 da una Commissione di Selezione.

Quelli giudicati più validi in base al punteggio, assegnato secondo criteri tra cui la chiarezza, la sostenibilità finanziaria, l’incisività cdo_abruzzo_molisesocioeconomica e altro, saranno sostenuti con un contributo economico a fondo perduto fino ad un massimo di 50 mila euro e che, comunque, non supererà il 70 per cento delle spese previste. Inoltre, i beneficiari saranno assistiti nella realizzazione del progetto dal Centro Servizi Ri.Cre.A..

L’ammontare dei fondi a disposizione del concorso di idee è pari a 360 mila euro, provenienti da un’autonoma campagna di raccolta fondi realizzata dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus. La prima parte del progetto Ri.Cre.A. è stata sostenuta da Cdo nazionale.

Il concorso rappresenta la seconda fase del progetto Ri.Cre.A. (Riattivazione/Creazione di micro-imprese nelle zona dell’Abruzzo colpite dal terremoto) portato avanti da Cdo Abruzzo Molise nell’Aquilano dal 2009.”

Tratto da AbruzzoWeb

 

APPROFONDIMENTI

Comunione e Liberazione & Compagnia delle Opere: una lobby sotto inchiesta

COMPAGNIA DELLE OPERE/ Dietro gli intenti religiosi, gli affari del diavolo

“La lobby di Dio? Il cancro del (basso)Molise.”

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.