ELEZIONI MOLISE/ Question time Di Pietro, la Cancellieri risponde: “Attendiamo il Consiglio di Stato”

Detto, fatto. Di Pietro non ha perso tempo e, come pre-annunciato nell’incontro di Termoli, oggi ha chiesto al Ministro degli Interni Anna Maria Cancellieri di fissare al più presto una data per la nuova tornata elettorale in Molise. Morto un papa se ne fa un altro, annullata un’elezione si torna a votare. Quando? La Cancellieri è stata chiara: “Attendiamo il giudizio del Consiglio di Stato.”

di Redazione Infiltrato.it

di-pietro_3Una domandina semplice semplice” esordisce Di Pietro rivolgendosi alla Cancellieri. “C’è una sentenza esecutiva del Tar che ha annullato le elezioni regionali in Molise. Sono passati 2 mesi, avete intenzione di rispettare la legge e fissare la data delle elezioni o tirate a campare e lasciare al governo regionale uno che non può governare?” chiede Di Pietro con il tono arrembante che lo contraddistingue.

La Cancellieri non si scompone più di tanto e risponde citando una serie di articoli e tecnicismi per cui, date le circostanze, si fa riferimento al Tuel secondo il quale “la data delle elezioni può essere rinnovata solo nel momento in cui la sentenza diviene definitiva, non esecutiva. Si deciderà alla data in cui l’accertamento giudiziario diviene incontrovertibile. Tale non è la sentenza, ancorchè esecutiva, soggetta a ricorso dinanzi al Consiglio di Stato il cui esito risulta ancora pendente.”

Per cui, e la Cancellieri conclude così il suo intervento, “aspettiamo che si esprima il Consiglio di Stato.”

La controreplica di Di Pietro è stata più dura dell’interrogazione: “Prendiamo atto che questo Governo intende non rispettare la legge, perchè se una sentenza è esecutiva – lo dice la parola stessa – bisogna attuarla immediatamente. Ma lo sa questo Governo che così facendo continua a permettere a un Presidente abusivo di restare in carica e legiferare?

La palla, adesso, torna al Consiglio di Stato che il 16 ottobre dirà ai molisani se e quando saranno richiamati alle urne.

GUARDA IL VIDEO

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.