ELEZIONI 2011/ Molise: UDC, via Velardi arriva Chieffo.

di Alessandro Corroppoli

La Regione Molise, come sappiamo, è l’unico territorio impegnato elettoralmente nel prossimo ottobre e sarà anche la prima consultazione nazionale dove (in linea teorica) verranno applicate le nuove norme in materia di riduzioni di costi della politica. Si dovrebbe passare, infatti, da un consiglio regionale composto da 30 elementi ad uno più snello di 20 e questo ha letteralmente scatenato la bagarre all’interno del centrodestra regionale.

Luigi_Velardi_a_sx_e_Antonio_ChieffoLe parole di Gennaro Chierchia: “stiamo lavorando contro Iorio”; la presa di posizione di Toni Incollingo, sempre più lontano da Fli e dal Pdl; la transumanza da Progetto Molise a Forza del Sud;  i mal di pancia mai sopiti dei vari Chieffo e le difficoltà che hanno e che avranno i vari Pallante e Velardi a giustificarsi ancora una volta coi propri generali per un ulteriore rinvio del progetto di Terzo Polo; i guai giudiziari dei vari Picciano, Molinaro, Lepore, Vitagliano e dello stesso Iorio, tutto questo fornisce un quadro politico che ne non è tra i più sereni e dal quale, evidentemente, più di qualcuno cerca e cercherà di sfilarsi.

Ad oggi l’uomo politico di maggioranza più in difficoltà per via di questa situazione sembrerebbe l’assessore regionale ai trasporti Luigi Velardi, il quale pare proprio essersi imbottigliato lungo una delle tante strade impervie e accidentate del Molise.

Il problema del leader regionale dell’Udc è sempre lo stesso, ovvero costituire il terzo polo assieme a Fli (Quintino Pallante) ed Api (Erminia Gatti, la quale però saltella e scalpita per entrare nel listino del centrosinistra) oppure continuare a portare voti e consensi alla corte di Re Iorio.

Lo stesso Velardi non più tardi di un paio di mesi fa annunciava che la decisione finale l’avrebbero presa gli iscritti Udc in una grande assemblea ma fonti molto vicine all’assessore ci fanno sapere che il banchiere di Campomarino in cuor suo, e in quello dei suoi fedelissimi, ha già optato per Re Iorio rinunciando al Terzo Polo e conseguentemente rinunciando all’Udc.

Tale decisione sembrerebbe essere già stata comunicata ai vertici nazionali del partito i quali hanno immediatamente sondato il territorio politico regionale facendo ricadere la loro scelta, condivisa dal prescelto, sull’attuale consigliere regionale ed ex presidente della Provincia di Campobasso Antonio Chieffo. Quest’ultimo, nonostante le smentite di facciata, coltiva in cuor suo il sogno di essere il collante e leader di una formazione di centro di ispirazione cattolica.

Tanto è vero che un primo propedeutico passaggio in questa direzione, avvenuto quasi nel silenzio generale della calura estiva, parrebbe quello di Remo Grande all’Udc. Il Remo di Guardalfiera, è noto, non è propriamente uomo vicino all’assessore Velardi.

In definitiva: Velardi e i suoi traslocherebbero in modo chiaro è netto nel Popolo delle Libertà, si vocifera di una loro imminente entrata in Molise Civile, mentre Antonio Chieffo diverrebbe il nuovo leader dell’Udc con questi compiti: a) appoggiare Paolo Di Laura Frattura nel caso quest’ultimo vincesse le primarie del centrosinistra; b) costituire, finalmente, il Terzo Polo (nel caso a vincere le primarie del centrosinistra fossero altri) e proporsi come candidato Presidente per la Regione Molise.

 

LEGGI ANCHE

MOLISE/ Primarie 2011: le dieci domande di Infiltrato.it ai cinque candidati

REGIONALI 2011/ Michele Iorio: passata la festa gabbato lo santo.

ELEZIONI REGIONALI 2011/ Molise: il Presidente degli Onesti affonda, i suoi lo scaricano:”Lavoriamo contro Iorio”


Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.