CONSIGLIO DI STATO/ Molise, Iorio si affida a Facebook: “Il centrosinistra ritiri il ricorso”

Da quando il Presidente della Regione Molise, noto come “il satrapo Iorio“, ha scoperto l’esistenza dei social network (per adesso è fermo a Facebook) non fa altro che condividere con gli “amici” pensieri, parole e opere (omissioni, mai). Ed ecco che, per commentare quanto accaduto oggi a Roma, dove il Consiglio di Stato gli ha dato torto ancora una volta, Michele Iorio digita username e password e aggiorna il suo stato utente. Come? Poche righe e altrettante parole decisive: “Il centrosinistra ritiri il ricorso”, è il mantra iorista già lanciato nella kermesse di Piana dei Mulini

di Viviana Pizzi

iorio_facebookIl presidente della Regione Michele Iorio, via social network, ha anche risposto indirettamente alla richiesta di dimissioni di Pierpaolo Nagni, segretario regionale dell’Italia dei Valori.

Giusta la decisione del Consiglio di Stato – ha dichiarato Michele Iorio – sono certo che nel merito si potrá dimostrare la validitá della nostra tesi e, finalmente, tornare con i pieni poteri di governo, essendo noi stati eletti democraticamente e legittimamente dai molisani. Al centro sinistra rinnovo l’invito a ritirare il ricorso se, come dicono, sono davvero intenzionati ad aiutare il Molise in un momento di grande difficoltá come quello attuale. Spero si apra una nuova fase fatta di Politica e non di carte bollate”.

D’altronde questa richiesta al centrosinistra Michele Iorio l’aveva già fatta durante l’incontro a Piana dei Mulini. E la risposta di Frattura non si era fatta attendere: “Te lo puoi scordare che ritiriamo il ricorso.

Da beneinformati risulta che Iorio attendesse insieme ai suoi familiari l’esito della sentenza del Consiglio di Stato. L’ha fatto con estrema tranquillità perché già era informato della richiesta di rinuncia alla sospensiva che i suoi legali avrebbero presentato nella mattinata di oggi.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.