COMUNALI ISERNIA/ Nel regno di Iorio tira una brutta aria: centrodestra spaccato e centrosinistra…anche

di Viviana Pizzi

Mentre il consigliere regionale di Costruire Democrazia, Massimo Romano, insiste sulla bontà delle primarie, il centrodestra si spacca definitivamente con l’ufficializzazione della candidatura di Raffaele Mauro, sostenuto da Futuro e Libertà e dalla Destra di Giovancarmine Mancini. Rosa Iorio, la sorella del Governatore, candidata a sindaco, continua a rappresentare il resto del centrodestra ma la sua forza diminuisce, rendendo il pronostico sulla vittoria finale sempre più complicato, nonostante anche gli indignados dell’Idv, notizia dell’ultima ora, vogliano appoggiare il candidato della coalizione (?) di centrosinistra Ugo De Vivo.

spaccatura_elezioni_iserniaLe elezioni comunali di Isernia cadranno il 7 maggio. Eppure c’è ancora chi parla di primarie. Quello strumento di scelta  tanto caro ai partiti di centrosinistra e sconfessato proprio da questi ultimi con la convergenza sul nome di Ugo De Vivo, avvocato isernino e presidente dell’ordine. Il meno arrendevole a rinunciare alle primarie è il numero uno di Costruire Democrazia, Massimo Romano, convinto che questo strumento di democrazia non debba essere mandato in soffitta, ammesso che ancora ci siano la possibilità e il tempo di organizzarle.

«Mi appello alla responsabilità di ciascuno affinchè non si perda quest’occasione per fare l’unità della coalizioneha dichiarato Massimo Romanomessa a repentaglio da scelte di metodo approssimative e superficiali. I nomi che sono in campo, avendo già offerto una disponibilità a concorrere alla carica di Sindaco, sono tutte figure di assoluto rilievo e di comprovata autorevolezza, oltretutto provenienti dalla società civile, dal mondo delle professioni forensi e da quello della scuola, dalla realtà aziendale oltre a medici di fama nazionale. A fronte di tale disponibilità di queste figure che con generosità mettono a disposizione la propria esperienza al servizio della collettività, la politica non può assumersi la responsabilità di inceppare il percorso e pregiudicare pertanto il risultato attraverso scelte di vertice che non soltanto non tengono conto delle istanze provenienti dalla società civile ma neppure delle legittime aspettative degli stessi dirigenti di partito. Oltretutto, considerato che gli stessi papabili candidati Sindaci non hanno escluso la possibilità di concorrere attraverso le Primarie, considero fondamentale ripristinare le condizioni per realizzare la massima unità possibile per scongiurare il rischio di divisioni che nuocerebbero alla coalizione oltre che agli stessi autorevoli professionisti che hanno offerto la propria disponibilità ad impegnarsi per la cosa pubblica».

Il consigliere regionale di Costruire Democrazia, al momento, non ha deciso ancora come muoversi e confida che, anche all’ultimo momento, le primarie vengano ripristinate. Alla redazione de “L’Infiltrato” fa una carrellata di nomi disponibili non dimenticando gli scontenti del Pd e dell’Idv (che avevano presentato le primarie) finendo all’amarezza del Guerriero Sannita Giovanni Muccio. Sostiene che laddove si sono fatte le primarie (elezioni regionali) l’unità della coalizione si è vista meglio.

«Ci vorrebbe – ha aggiunto Romano – una linea unica dei partiti di centrosinistra nella quale si decida se utilizzare per sempre lo strumento delle elezioni primarie o mandarlo in soffitta definitivamente».  Quello che uscirebbe indebolito dal mancato svolgimento delle primarie, sempre secondo Romano, potrebbe essere proprio il candidato del centrosinistra Ugo De Vivo. A dover far fronte ai propri indignados anche il vertice provinciale dell’Italia dei Valori. Nella serata di ieri si è svolta una riunione nella quale si sono confrontate le due anime del partito e la linea che è prevalsa è quella che converge sul presidente dell’ordine degli avvocati di Isernia, senza passare per le primarie.  

Intanto Ennio Mazzocco ha ufficializzato la sua candidatura a sindaco di Isernia con la lista “Coscienza Civica”. Gianni D’Uva invece lavora alla costituzione di una lista civica. Ma che succede nel centrodestra? La spaccatura c’è ed è evidente. Futuro e Libertà e la Destra di Giovancarmine Mancini appoggeranno Raffaele Mauro. Rosa Iorio dovrebbe a questo punto rappresentare gli altri partiti della coalizione di centrodestra. Ma si attende ancora l’ufficializzazione della sua candidatura con una conferenza stampa di rito.

LEGGI ANCHE

 COMUNALI ISERNIA/ Gli indignados calano la maschera

AMMINISTRATIVE 2012/ Isernia, le primarie del centrosinistra potrebbero saltare: il partito di Vendola si oppone, Leva tira dritto

ISERNIA/ Elezioni in arrivo, Iorio compatta il centrodestra: “Qui Vitagliano non conta niente”.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.