CAMPOBASSO/ Truffe della finta Guardia di Finanza: chiedevano soldi per i terremotati

“La mamma dei cretini è sempre incinta decanta un saggio proverbio che trova riscontro anche in questo caso. Da mesi il tale “dottor Giuliani della Guardia di Finanza” (così si presentava) chiedeva soldi per i terremotati. Voce distinta, presentazione autorevole, “ramanzina” sull’altruismo. Ma la Gdf – quella vera – ha finalmente scoperto tutto.

 

di Maria Cristina Giovannitti

guardia_di_finanzaDa mesi in Molise è in atto una truffa – l’ennesima – a danno dei cittadini e delle vere vittime del terremoto dell’Emilia Romagna. Il denominatore comune è sempre lo stesso: un’esca che per la maggior parte riesce sempre ad racimolare soldi dalle tasche dei cittadini. Una voce distinta, una presentazione autorevole, soldi per la beneficenza e una “ramanzina” sull’altruismo, questo il mix ed il gioco è fatto. Stavolta la truffa si consuma telefonicamente con un certo “dott. Giuliani della Guardia di Finanza” che si presenta e propone l’abbonamento annuale per il calendario del Corpo e, “a questa imperdibile offerta”, è allegato un plico informativo che propone le ultime normative sul codice della strada e della sicurezza e funge anche da guida per le ultime regolamentazioni in materia di IMU ed IVA. Insomma, qualcosa di utile che costa al cittadino “solo 60 euro annuali da pagare alla consegna del postino”, soldi che bisognerebbe spendere ben volentieri se si pensa che non sono per il dott. Giuliani – nulla affatto – “ma per i terremotati dell’Emilia. Inoltre lo stesso truffatore telefonico adesca le vittime facendo nomi di familiari, annoverandoli con tono amichevole e continua la sua estorsione facendo leva sull’altruismo e sulla moralità.

Di fronte a qualche dubbio e reticenza del cittadino, il fasullo dott. Giuliani con tono alterato, passa alla fase successiva del suo piano: ‘facciamo leva sui sensi di colpa’. E dice: “se noi ci trovassimo nelle loro condizioni, avremmo bisogno di aiuto”. Una truffa ad hoc accertata anche dalla vera Guardia di Finanza di Campobasso che ha confermato la presenza di queste operazioni di speculazioni che vanno avanti da mesi. Una vergognosa pagina sociale che sperpera sulle vere disgrazie dei terremotati dell’Emilia e che deve tenere alta l’attenzione dei molisani, sapendo distinguere  tra la vera e sana beneficenza e la truffa insalubre del “dott. Giuliani” e della sua banda.

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.