SETTE/ Dopo Damanhur, replica anche Scientology:”Siete calunniosi e diffamatori”

Ron Hubbard, fondatore di Scientology

E due. Se arrivasse anche la replica della Setta Arkeon, il cui guru è attualmente sotto processo a Bari, avremmo fatto l’en plein: tre su tre. In questo gioco delle parti che assomiglia tanto al teatro dell’assurdo, dopo Damanhur è il turno di Scientology, secondo cui saremmo “calunniosi e diffamatori”. L’inchiesta sulle sette religiose ha evidentemente toccato nervi scoperti, smosso fili che andrebbero lasciati in pace…

 

di Scientology Italia

Gli articoli da voi pubblicati sulla Chiesa di Scientology e sulla religione di Scientology sono calunniosi e diffamatori, ispirati da
testimonianze di apostati, già giudicati inaffidabili dalla lettaratura accademica per una indagine seria sui nuovi movimenti religiosi. La prova contraria è quella di migliaia di fedeli i cui rapporti familiari non si sono logorati e che continuano a sostenere il prorpio gruppo, come per diritto costituzionalmente garantito. La prova contraria sono le migliaia di fedeli che conducono una vita appagante in contatto con il mondo e la società, rivestendo in alcuni casi ruoli di responsabilità in essa.

Negli articoli si cerca di sostanziare le falsità e l’inforamzione di parte relativa a Scientology riferendosi al processo di Milano, iniziato a metà degli anni 80 e conclusosi definitivamente con sentenza assolutoria, in nome del popolo italiano, il 5 ottobre 2000. La stessa sentenza della Corte d’Appello del 5 ottobre 2000, ribadendo quanto emerso numerose altre volte nel corso di un ventennio e 6 gradi di giudizio, sancisce la natura religiosa di Scientology e la legittimità delle attività delle Chiese di Scientology.Numerosi altri sono i riconoscimenti pubblici del mondo accademico, amministrativo e giudiziario, tanto che si può dire che in Italia Scientology è unanimemente riconosciuta come una religione.

Le offese gratuite, l’accanimento mostrato e le false accuse che la signora Di Gasparro Gardini diffonde da anni, hanno indotto la Chiesa Nazionale di Scientology d’Italia a tutelare onore, decoro e personalità propri e dei fedeli della religione di Scientology, rivolgendosi all’autorità giudiziaria.

Il sequestro di cui si fa menzione è stato archiviato perché non si è riscontrato alcun reato, mentre l’articolo pretende di far capire il contrario. Questa, come dato di fatto, è informazione parziale, faziosa, discriminatoria e calunniosa.

E ancora si riesumano le teorie psicologiche del “love bombing” delle psichiatra Margaret Singer che sono state ritenute non scientifiche dalla comunità di appartenenza e in particolare dall’APA, American Psychological Association. Ma forse in Italia, che non è l’America, e non per demeriti dell’Italia, ma solo per distanza geografica, si può ancora vendere questa “balla”.

Per chi voglia informarsi seriamente e in modo obiettivo, esiste il sito www.scientology.it e numerosi libri di Scientology reperibili presso biblioteche pubbliche o presso le Chiese di Scientology.

La Chiesa di Scientology continuerà nell’adempimento del suo ministero religioso con le sue 9000 chiese, missioni e gruppi in 165 nazioni del mondo, con gli Scientologist che portano avanti il loro impegno sociale per debellare la dipendenza dalle droghe, ormai epidemica e innegabile, l’immoralità dilagante, i problemi di alfabetizzazione nel mondo e la mancanza di solidarietà. Questi sono i mali dell’uomo contro cui bisognerebbe indignarsi. E bisognerebbe imparare a riconoscere la verità dalle bugie, in modo che non sia sufficiente dire di “esser stati maltarattati” o “di essersi trovati male” per dare l’avvio ad una caccia alle streghe per difendere i “deboli”, mentre inconsapevolmente si ledono i sacrosanti diritti di migliaia di persone a non venir discriminati per le proprie convinzioni.

A confutazione di quanto riferito dal suo sito vi è la crescita di Scientology nel mondo.

Dal 2004 ad oggi la Chiesa di Scientology ha raddoppiato le sue dimensioni, acquisendo 70 edifici nelle principali città del mondo.  15 nuove sedi delle Chiese di Scientology sono state inaugurate e aperte dal 2003 a Madrid, New York, Londra, Roma, Washington, Bruxelles, Quebec, Las Vegas, Seattle, Melbourne, Mosca, oltre all’acquisizione di 57 altri nuovi edifici che sono in fase di completamento.

Il 24 ottobre 2009, di fronte a 6000 scientologist, è stata inaugurata la nuova sede della Chiesa di Scientology di Roma. L’edificio di 7.000 metri quadrati, immerso in un’area verde di 40.000 metri quadrati del quartiere Casalotti, è diventato il punto di riferimento dei fedeli laziali e dell’area sud del Mediterraneo.

La chiesa di Scientology conta ora 9000 chiese, missioni e gruppi in 165 nazioni del mondo. I suoi membri sono persone di ogni età, razza, ceto sociale e professione. Molti di essi sono impegnati in attività sociali quali la più vasta campagna non governativa di prevenzione all’uso di droga e nella più vasta campagna a livello mondiale per la sensibilizzazione sull’applicazione dei diritti sanciti dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Altri, come in Italia, si sono costituiti in un gruppo di protezione civile e intervengono ogni qualvolta si verifichi un disastro naturale, come successo in occasione del terremoto dell’Abruzzo  e di Haiti.

Chi desiderasse avere maggiori informazioni può consultare liberamente le opere di L. Ron Hubbard disponibili in molte biblioteche pubbliche d’Italia, o il sito www.scientology.it

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.