NO ALLA CENSURA/ Infiltrato.it vs Il Partito degli Onesti

La tagliola della censura è stata immediata. Non si è fatta attendere la risposta del Partito degli Onesti all’articolo pubblicato ieri, (ELEZIONI REGIONALI 2011/ Molise: il Presidente degli Onesti affonda, i suoi lo scaricano:”Lavoriamo contro Iorio”) sui guai giudiziari del Governatore Iorio e sulle correnti che stanno dilaniando il Pdl . Dopo circa un’ora dalla pubblicazione sul sito e sulla nostra pagina Facebook ci siamo accorti che risultava impossibile condividere non solo quell’articolo ma tutti i post di Infiltrato.it perchè – secondo il social network “in questo messaggio sono presenti dei contenuti bloccati che sono già stati contrassegnati come offensivi o spam…”

 

facebook-censuraPeccato che di offensivo o di spam non ci sia assolutamente nulla. E allora cosa sta succedendo? Cosa è successo? Chi ha deciso di bloccarci la condivisione – e quindi la diffusione virale – delle informazioni riguardanti il Pdl molisano, il suo (ex?) capo e i franchi tiratori che lo stanno prendendo di mira?

Qualche giorno fa anche Il Fatto Quotidiano è stato colpito con la stessa modalità di censura, attuata tramite un attacco da parte di più persone, “ignoti” che evidentemente non vogliono la pubblicazione e la diffusione di certe notizie e che inviano a Facebook una quantità enorme di segnalazioni, secondo cui i nostri contenuti sarebbero “offensivi” o “spam”.

Gli “ignoti”, che poi tanto ignoti non sono, sfruttano una sorta di “censura preventiva” che il social network guidato da Zuckerberg attua nei confronti di contenuti evidenziati come offensivi: prima bloccano l’account e poi controllano se si tratta di censura o meno.

Come fare quindi per riportare tutto ad una situazione di normalità?

Intanto bisogna provare comunque a condividere l’articolo e quando appare la finestra con la scritta “Sono presenti dei contenuti bloccati già contrassegnati come offensivi o spam. Facci sapere se ritieni che si tratti di un errore“, basta cliccare su “Facci sapere” e segnalare a Facebook di non considerare spam i contenuti di Infiltrato.it.

Tantissimi lettori e lettrici ci stanno dando una mano per accelerare la procedura, i ragazzi del Movimento 5 Stelle Molise continuano a ripubblicare il link nonostante scompaia e sensibilizzano il popolo della rete perché sempre più utenti richiedano a Facebook di sbloccarci i contenuti. Ringraziamo anche il blog Politicandomolise per aver diffuso la notizia della censura e un abbraccio (seppur virtuale) a tutti gli amici e le amiche che ci fanno sentire la loro vicinanza.

Confidiamo nel vostro aiuto e contiamo di tornare presto ad una situazione di normalità.

 

LEGGI L’ARTICOLO INCRIMINATO

ELEZIONI REGIONALI 2011/ Molise: il Presidente degli Onesti affonda, i suoi lo scaricano:”Lavoriamo contro Iorio”

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.